Anzianità di servizio anche per chi ha rinviato l’anno di prova. Chiarimenti

Antonella – Sono nel mio istituto di titolarità da tre anni ma per motivi di salute non ho ancora potuto superare l’anno di prova (mancato raggiungimento dei 180 giorni). Come vengono valutati i miei anni di servizio in ruolo nella graduatoria interna di istituto nel mio caso? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Antonella,

non precisi quali siano le assenze relative ai motivi di salute.

In ogni caso si precisa che le assenze per malattia, anche se retribuite parzialmente, non interrompono l’anzianità di servizio. Le interrompono invece le assenze/aspettative non retribuite.

Pertanto, mentre le assenze anche parzialmente retribuite non sono considerate “effettivo servizio” ai fini dei 180 relativi alla prova, sono considerate a tutti gli effetti invece per i 180 gg. relativi all’”anno di servizio” alla conseguente valutazione nelle Graduatorie interne di Istituto.

In conclusione, tali assenze, se retribuite anche parzialmente, ti saranno conteggiate come utili ai fini dei 6 pp. da attribuire ad ogni anno di servizio di ruolo, a nulla rilevando il rinvio dell’anno di prova.

 

Posted on by nella categoria Assenze, Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads