I continui mutamenti in materia di “scatti di anzianità”

Lucia – Sono un’insegnante di scuola dell’infanzia, ho due anni di pre-ruolo nel 2003/2004, 2004 /2005, entro in ruolo nell’anno 2005/2006 ottenendo la conferma in ruolo con decorrenza  01 /09/2006. Il 10/02/2007, presento domanda di ricostruzione carriera. La scuola si dimentica di inviare la domanda alla Ragioneria Territoriale. Nel 2007 ottengo il trasferimento in un’altra scuola, una parte del fascicolo personale mi segue, l’altra parte rimane nell’istituto di prima. Scopro il tutto a maggio del 2013, continuo a sollecitare la segreteria affinché invia la domanda alla Ragioneria Territoriale. La domanda è inoltrata alla competente ragione Territoriale il 17/01/2014, il 27/02/2014 il quale rimanda indietro la domanda alla scuola precisando; Oggetto: n. 189 del 17/01/20014 – ins. X Y Con riferimento al decreto in oggetto, si osserva che non risulta applicato l’art.1, lettera b), del DPR n122/2013 con il quale sono state prorogate al 31 dicembre 2013 le disposizioni recante dall’art. 9, comma 23, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Ora cosa posso fare? Non vorrei perdere i due anni di pre-ruolo, sul mio cedolino la fascia stipendiale dovrebbe scattare il 31/08/2016. Cosa devo fare?  Mi spettano gli arretrati?

FP  – Gentile Lucia,

per opportuna conoscenza, considerato i continui mutamenti in materia di  “scatti di anzianità”, le sintetizzo i passaggi  che si sono susseguiti negli ultimi anni:

– la L. 122/2010 ha bloccato la progressione della carriera del personale della scuola per il triennio 2010/2012, pertanto il  servizio reso in questi anni non è (era) utile ai fini della progessione della carriera:
– il D.I. n. 3 del 14/01/2011, ha recuperato l’utilità del servizio prestato nel 2010 e ha previsto, in caso di economie, la possibilità di recuperare gli anni 2011 e 2012;
– l’accordo tra le OO.SS. e l’Aran del 13/03/2013 ha  consentito il recupero  del 2011, attraverso le economie accertate;
– il D.P.R. n. 122 del 4/09/2013, pubblicato sulla G.U. del 25/10/2013 – serie generale n. 251, ha prorogato il mancato riconoscimento ai fini della carriera del servizio reso nel corso dell’anno 2013.

Detto questo, si precisa che quando la scuola ha proceduto all’elaborazione del decreto di ricostruzione di carriera con il portale Sidi, quest’ultimo non era, e purtroppo non è aggiornato a recepire il blocco dell’anno 2013, avvenuto in seguito al D.P.R. n. 122/2013.

Pertanto si conviene con l’indicazione della Ragioneria, in quanto è stato emesso un atto, che tiene erroneamente conto della validità dell’anno 2013 ai fini della progressione economica.

Per completezza di informazione, si evidenzia che l’ 11 giugno scorso, è stato siglato l’accordo tra l’Aran e le OO.SS., che rende valido ai fini della progressione economica stipendiale, l’anno 2012.

Resta inteso che  prima di elaborare correttamente con il portale Sidi, un decreto di ricostruzione di carriera, occorre attendere gli aggiornamenti del sistema.

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads