Nominato in ruolo ma impossibilitato ad assumere servizio. E’ possibile?

Docente – A fine agosto, se tutto va bene, dovrei finalmente entrare di ruolo, tramite concorso. Ma mi sono fratturato un piede e mi auguro che la ripresa avvenga nei tempi giusti, potete capire l’angoscia. La domanda è: posso delegare qualcuno al l’accettazione presso l’USR, ma se non sono ancora un condizione, posso perfezionare il contratto  a distanza o posticiparlo perché in malattia?  Corro dei rischi?.

Paolo Pizzo – Gentilissimo docente,

è intanto possibile delegare l’accettazione della nomina a tempo indeterminato ma non è ovviamente possibile delegare per la presa di servizio il 1 settembre.

Tuttavia l’art. 9 del dpr 3/1957 prevedeva che “La nomina dell’impiegato che per giustificato motivo assume servizio con ritardo sul termine prefissogli decorre, agli effetti economici, dal giorno in cui prende servizio. Colui che ha conseguito la nomina, se non assume servizio senza giustificato motivo entro il termine stabilito, decade dalla nomina”.

Tale art. è richiamato dall’art. 560 del Dlgs 297/94.

L’ art. 436 del  Dlgs 297/94 prevede che si decade dalla nomina in assenza di assunzione in servizio, ma solo senza giustificato motivo.

Nonostante l’entrata in vigore del dlgs 165/2001 e 150/2009 resta a mio avviso in vigore il differimento della presa di servizio per “giustificato motivo” (ovviamente supportato da relativa documentazione da inviare a scuola).

Pertanto, al momento della nomina, ti invito a contattare subito la scuola in cui dovrai andare a prendere servizio e inviare loro tutta la certificazione del caso.

Tale questione con relativa certificazione potrebbe anche essere posta all’attenzione dell’USR/UST nel momento dell’accettazione della nomina.

 

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo
Versione stampabile
ads ads