Immessi in ruolo dal 1° settembre 2013 possono chiedere assegnazione provvisoria interprovinciale solo a determinate condizioni

Filomena – Gentilissimi, grazie per il vostro aiuto. Mercoledì 23 usciranno i dati sulla mobilità per la scuola secondaria di secondo grado. Premetto che sono una docente neo immessa in ruolo dal Concorso 2012 e che l’USP di Foggia mi ha assegnato la provincia di Taranto come sede di titolarità.

Io abito nella provincia di Bari. So che per i neo immessi in ruolo c’è l’obbligo di permanenza dei tre anni nella provincia, ma se non mi viene assegnata nessuna delle sede da me scelta nella domanda di mobilità, posso migliorare la mia situazione lavorativa? Se si, in che modo? Posso fare domanda di utilizzazione provvisoria? Attendo fiduciosa un vostro aiuto illuminante.

Lalla – gent.ma Filomena, tutti i neo immessi in ruolo partecipano alla II fase dei trasferimenti, chiamata “trasferimenti tra comuni della stessa provincia”. Nel caso in cui nessuna delle sedi indicate sarà disponibile toccherà al sistema informatico decidere per te e attriburti una sede. E’ per questo che l’operazione è detta “’d’ufficio” in quanto non è una diretta scelta dell’interessato.

La novità di questo anno è la lettera e-1) dell’art. 2 del CCNI 2014/15 sulle utilizzazioni che permette ai neo immessi in ruolo dal precedente primo settembre trasferiti d’ufficio di presentare domanda di utilizzazione per dare la possibilità di avere questa volta una sede che sia più gradita.

La sede però potrà essere scelta esclusivamente all’interno della provincia di titolarità, in quanto per il neo immesso in ruolo

vale la prescrizione del decreto legge 12 settembre 2013, n. 104 ” ( 10-bis. Il primo periodo del comma 3 dell’articolo 399 del testo unico di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni, e’ sostituito dal seguente: «I docenti destinatari di nomina a tempo indeterminato possono chiedere il trasferimento, l’assegnazione provvisoria o l’utilizzazione in altra provincia dopo tre anni di effettivo servizio nella provincia di titolarita’», poi approvato nella legge 128/2013, che non ti permette quindi di poter presentare domanda di utilizzazione o assegnazione provvisoria in altra provincia prima che siano trascorsi 3 anni dall’immissione in ruolo, a meno che tu non possa usufruire delle specifiche disposizioni normative che permettono di superare tale vincolo, che puoi puoi leggere in questo articolo Assegnazione provvisoria 2014/15: chi può chiederla, per quante province, effetti su anzianità di servizio. La guida

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads