Anche i docenti di ruolo nelle graduatorie di istituto di II e/o III fascia

Diego – Spettabile redazione Orizzonte Scuola sono un neo docente in ruolo su una classe di concorso di laboratorio. Ho conseguito nel 2012 l’abilitazione tramite TFA per un’altra classe di concorso. Quest’anno, con il rinnovo delle graduatorie di istituto, ho deciso comunque di rinnovate la domanda relativamente all’insegnamento per cui mi sono abilitato, inserendomi per la prima volta in seconda fascia in un’altra provincia (quindi non quella in cui sono in servizio).

Ho presentato la domanda perché ho letto della possibilità per i docenti di ruolo di accettare proposte di lavoro annuali da graduatorie di istituto per altre classi di concorso. La scuola mi ha però recentemente comunicato che la mia domanda di inserimento in seconda fascia non può essere accolta perché sono di ruolo. Mi potreste dare cortesemente un parere? Grazie.

Lalla – la scuola sbaglia. Il Ministero, con nota del 9 ottobre 2013, relativa alle Graduatorie di istituto del triennio 2011 – 2014 ha precisato

“Considerato che il D.D.G. 11 marzo 2010 ha previsto, ai sensi dell’ art. 1 – c. 4/quinquies – della legge 167/2009, il depennamento di tale personale esclusivamente dalle graduatorie ad esaurimento e, conseguentemente, dalle graduatorie di istituto di 1^ fascia, si ritiene che il personale docente di ruolo non possa essere cancellato dalle graduatorie di seconda e terza fascia di istituto. ”

e poi emanato la nota del 17 ottobre 2013 con la quale i docenti di ruolo sono stati ripristinati in quelle graduatorie.

Di conseguenza, chiarito il diritto del docente di ruolo a figurare nelle graduatorie di istituto di II e/o III fascia, nel periodo 23 maggio – 23 giugno 2014 gli interessati hanno presentato domanda di inserimento.

A cosa serve l’inserimento? Ad usufruire dell’art. 36 del CCNL

” ART. 36 – CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO PER IL PERSONALE IN SERVIZIO

1. Ad integrazione di quanto previsto dall’art. 26, il personale docente può accettare, nell’ambito del comparto scuola, rapporti di lavoro a tempo determinato in un diverso ordine o grado d’istruzione, o per altra classe di concorso, purchè di durata non inferiore ad un anno, mantenendo senza assegni, complessivamente per tre anni, la titolarità della sede.

2. L’accettazione dell’incarico comporta l’applicazione della relativa disciplina prevista dal presente CCNL per il personale assunto a tempo determinato, fatti salvi i diritti sindacali. ”

Puoi pertanto spiegare alla scuola qual è la normativa più recente su questo argomento.

Posted on by nella categoria Graduatorie di Istituto (docenti precari)
Versione stampabile
ads ads