Pensioni. Limite per il conseguimento dei requisiti

Raffaele – Gentile responsabile redazione Orizzonte scuola , chiedo informazioni sull’emendamento q96. La mia Signora insegna scuola elementare. presa di servizio il 1 settembre 1973, data di nascita 8 settembre 1952.

Ipotesi in cui si applica l’eventuale legge così come è adesso, pare che rimanga fuori per gli otto giorni data di scascita, mentre gli anni di servizio sono oltre i 36 addirittura 39.

Mi conferma ciò? e non è possibile modificare al 31 dicembre 2012 ?????? Ringrazio

FP – Gentile Raffaele, la riforma pensionistica, voluta dal ministro Fornero (D.L. 201/2011 convertito in L. 214/2011), ha previsto una clausola di salvaguardia (art. 24
comma 3 D.L. n. 201/2011) che consente di andare in pensione con i vecchi requisiti pensionistici maturati al 31/12/2011.

L’intervento legislativo sta tentando di portare il suddetto termine al 31/8/2012.

A mio avviso, previa verifica di quanto verrà approvato e salvo clamorosi "incidenti di percorso", risulta valido quanto previsto dall’art. 59, c.9 della L.449/97, che consente l’accesso al pensionamento all’inizio del nuovo anno scolastico (rispettivamente 1° settembre) ancorché i requisiti prescritti vengano maturati entro il 31 dicembre del medesimo anno.

Si precisa, che il riferimento normativo appena citato ovvero l’art. 59 c. 9 della L. 449/1997 viene ripreso puntualmente nelle circolari del MIUR sulle pensioni, così come nell’ultima ossia nota prot. 2855 del 23/12/2013.

Pertanto, in virtù di di quanto appena sottolineato, a mio avviso, sua moglie possiede i requisiti della cosiddetta quota 96 nel 2012 e pertanto può andare in pensione.

Per completezza di informazione, le segnalo i requisiti previsti prima della riforma "Fornero":

– quota 96 (60/36 o 61/35);
– 40 anni di contributi;
– pensione di vecchiaia con 61 anni di età (per le donne) e minimo 20 anni di contribuzione o 15 di contributi se in servizio prima del 31/12/1992.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads