Quanti anni dovrò rimanere in sevizio per andare in pensione secondo il contratto dei Dirigenti scolastici?

Dirigente Scolastica  – Salve, sono una Dirigente Scolastica in attesa del suo primo incarico. Vorrei sapere: entrando in ruolo a Settembre 2015, quanti anni dovrò rimanere in sevizio per andare in pensione secondo il contratto dei Dirigenti scolastici? Attualmente sono un docente di 60 anni (compiuti a gennaio) e con 28 anni di servizio. Nel ringraziare porgo distinti saluti.

FP – Gentile Dirigente Scolastico,

la normativa di riferimento per la pensione, indipendentemente dalla qualifica  rivestita, è la L. 214/2011, nota come riforma “Fornero”. Considerati i requisiti introdotti dalla suddetta normativa,  la sua prima  possibilità di “uscita” è rappresentata dal raggiungimento dei requisiti per la  quiescenza di vecchiaia ovvero legata all’età anagrafica. Di seguito si indicano i requisiti per la pensione di vecchiaia per i prossimi  anni:

2013/2015   63 anni e 3 mesi;

2016/2018   63 anni e 7 mesi;

2019/2020   66 anni e 11 mesi.

Pertanto, vista la sua data di nascita (gennaio 1954)  raggiunge a gennaio del  2020 una età pari a 66 anni.

Si precisa, altresì, che:

1) nonostante il requisito dell’età per accedere alla pensione, viene  raggiunto a dicembre dello stesso anno, la decorrenza della pensione rimane  1/9; in virtù di quanto previsto dall’art. 59, c.9 della L.449/97, che consente  l’accesso al pensionamento all’inizio del nuovo anno scolastico  (rispettivamente 1° settembre) ancorché i requisiti prescritti vengano maturati  entro il 31 dicembre del medesimo anno.

Il riferimento normativo appena citato ovvero l’art. 59 c. 9 della L. 449/1997  viene ripreso puntualmente nelle circolari del MIUR sulle pensioni, così come  nell’ultima ossia nota prot. 2855 del 23/12/2013;

2) i requisiti dal 2016 sono frutto di studi statistici e pertanto potrebbero  subire delle variazioni.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads