L’aspettativa per anno sabbatico è oggetto di frazionamento?

Laura – Buonasera, sono una docente di scuola secondaria di primo grado a tempo indeterminato dal 2002 e ho superato l’anno di prova nell’a.s. 2002/03. Vorrei chiedere un periodo di aspettativa non retribuito (anno sabbatico) della durata di 2 mesi  in aprile-maggio 2015 e, a tale proposito, ho 2 quesiti da porre: 1) L’inizio del periodo di aspettativa deve coincidere con l’inizio del mese o posso richiedere dal 15 aprile al 15 giugno? 2) La domanda deve essere inoltrata all’inizio dell’anno scolastico (quindi il 1 settembre 2014)? Ringraziandovi per l’attenzione porgo cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Laura,

La Nota del Ministero del Tesoro del 26 aprile 2000 afferma che Sarebbe opportuno, infine, che l’aspettativa di cui sopra [anno sabbatico] venisse fruita in un’unica soluzione – nel limite massimo di un anno scolastico ogni dieci anni – al fine di garantire la continuità didattica, prevedendo, altresì, la possibilità di cumulo con le altre fattispecie di aspettativa già previste dalla normativa contrattuale.”

Pertanto, l’aspettativa in questione non sarebbe oggetto di frazionamento.

Puoi in alternativa chiedere l’aspettativa per motivi di famiglia/personali di cui all’art. 18 del CCNL/2007.

Qui puoi trovare utili chiarimenti.

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads