Sanzioni per la mancata accettazione di un incarico dalle Graduatorie ad esaurimento

Docente – rifiutando o non presentandosi a una proposta di supplenza annuale dall’USP, ad esempio sulla c.d.c. A051, chi è inserito in graduatoria ad esaurimento poi viene normalmente chiamato su quella classe di concorso dalle singole scuole tramite graduatorie di istituto? O la sanzione si estende anche alle G.I.?

Paolo Pizzo – Gentilissimo docente,

Ai sensi dell’art. 8 del DM 131/07 la rinuncia ad una proposta di assunzione o l’assenza alla convocazione comportano la perdita della possibilità di conseguire supplenze sulla base delle graduatorie ad esaurimento per il medesimo insegnamento, se le cause della rinuncia non sono opportunamente giustificate e motivate. Rimane invece la possibilità di ottenere incarichi dalle medesime graduatorie per altre classi di concorso in cui si è utilmente inseriti.

Si precisa che se un docente non si presenta alle convocazioni o, se pur presente, rinuncia ad una cattedra o ad uno spezzone orario dalla graduatoria ad esaurimento mantiene il diritto ad accettare eventuali incarichi da quelle d’istituto (anche il relazione alla medesima classe di concorso).

È infatti la mancata assunzione di servizio dopo l’accettazione, attuatasi anche mediante la presentazione preventiva di delega a comportare la perdita della possibilità di conseguire supplenze, sia sulla base delle graduatorie ad esaurimento che di quelle di circolo e di istituto, per il medesimo insegnamento, se le cause della mancata assunzione di servizio dopo l’accettazione non sono opportunamente giustificate e motivate. Rimane invece la possibilità di ottenere incarichi dalle medesime graduatorie per altre classi di concorso in cui si è utilmente inseriti.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads