Graduatorie ATA III Fascia: valutazione laurea triennale

Marco – Buongiorno, mi chiamo Marco Felici e sono inserito nelle graduatorie ATA – III fascia. Vi scrivo per due motivi. Il primo è sapere se è giusto che per lo stesso corso, gli insegnanti hanno avuto diritto a 3 punti mentre per il personale ATA ne sono previsti solo 1,20.

Siamo figure professionali di serie C rispetto agli insegnanti? Il nostro compito e lavoro è meno importante nella scuola rispetto a quello degli insegnati?
Il secondo motivo è per avere un parere su tale corso nel senso che sono in possesso di una laurea triennale in informatica e volevo sapere se il corso in oggetto mi potrebbe portare comunque la maggiorazione di punteggio. Grazie.

di Giovanni Calandrino – Gentilissimo Marco, il diploma di laurea è valutato 2 PUNTI per i profili professionali di Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico, Cuoco e Infermiere. Ovviamente si valuta un SOLO titolo indifferentemente dal tipo di Laurea (si valutano: Lauree quadriennali, lauree di 1° e 2° livello; sono altresì valutabili i diplomi di 1° e 2° livello conseguiti presso i conservatori di musica e le accademie di belle arti, purché congiunti a diploma quinquennale di istruzione secondaria di secondo grado. Analogamente anche l’ISEF è valutabile come laurea di 1° livello).

I corsi ECDL, in base al livello conseguito, sono valutati da 1 a 1,20 punti.

In merito alla sua “provocazione” non posso fare a meno nel ricordare che: per il profilo di Infermiere le certificazioni informatiche e digitali non sono oggetto di valutazione. Mentre per i profili di cuoco, guardarobiere, addetto alle aziende agrarie e collaboratore scolastico i punteggi sono dimezzati…

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads