Congedo parentale e inclusione dei giorni liberi e/o festivi

Scuola – Un docente di scuola superiore,chiede un congedo parentale,vorrei sapere se il suo giorno libero e/o i festivi vengono inclusi nel calcolo della fruizione della stessa. Ringrazio anticipatamente.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

l’art. 12/6 del CCNL/2007 dispone che I periodi di assenza di cui ai precedenti commi 4 e 5 [congedo parentale e malattia per il bambino], nel caso di fruizione continuativa, comprendono anche gli eventuali giorni festivi che ricadano all’interno degli stessi. Tale modalità di computo trova applicazione anche nel caso di fruizione frazionata, ove i diversi periodi di assenza non siano intervallati dal ritorno al lavoro del lavoratore o della lavoratrice.

Pertanto, se il giorno libero o quelli festivi sono inclusi in un periodo di congedo parentale richiesto dal dipendente (es. congedo dal 25 settembre al 25 ottobre) TUTTI  i giorni ricadenti in tale periodo sono computati in conto congedo. Ciò vale anche nell’eventuale proroga del congedo senza rientro in servizio tra un periodo e un altro (26 ottobre 26 novembre).

L’unica eccezione è prevista per le vacanze di Natale/Pasqua intervallate da due distinti periodo di congedo parentale: congedo richiesto fino al 23 dicembre e ripresa del congedo a partire dal 7 gennaio. In questo caso la docente deve essere ritenuta in servizio e non in congedo dal 24 al 6 in quanto tale periodo non è festivo ma solo di sospensione delle lezioni.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads