Docente in par time non può richiedere ore aggiuntive di alternativa alla religione cattolica

Giovanna – Al momento della immissione in ruolo ho preferito prendere soltanto 12 ore di una cattedra formata da 12 + 6, perché le 6 ore si trovano in una scuola molto distante, troppo difficile da raggiungere per me che non ho macchina.

Durante il collegio docenti la preside ha chiesto la disponibilità a lavorare alcune ore in più per ricoprire l’ora alternativa alla religione. La mia domanda a te è: avendo soltanto 12 ore posso dare tale disponibilità? La preside può darmi tali ore di alternativa alla religione, retribuendomi nel capitolo previsto per quelle ore?

Lalla – la risposta è negativa. Tu non hai "solo" 12 ore, ma hai 12 ore per aver rifiutato parte delle ore afferenti alla cattedra, che non possono essere sostituite da ore che ritieni più comode. Ossia, la ratio secondo la quale hai ricevuto l’autorizzazione al part time è che per i due anni di riferimento non puoi svolgere 18 ore di servizio, indipendentemente dalla sede di servizio.

L’art. 39 del CCNL/2007 stabilisce, al comma 8, che “il personale con rapporto di lavoro a tempo parziale è escluso dalle attività aggiuntive di insegnamento aventi carattere continuativo”.

Tra queste rientrano sicuramente gli spezzoni pari o inferiori a 6 ore, ma possiamo far rientrare anche le ore di attività alternativa alla religione, in quanto hanno carattere continuativo (sono cioè assegnate per tutto l’anno scolastico).

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads