Graduatorie di istituto: non esiste il depennamento

Sara – Sono stata convocata oggi per supplenze al 30/06 presso un istituto comprensivo. Lavoro con cattedra piena presso una scuola paritaria, se rifiuto, mandando documentazione del lavoro, cosa accade? Vengo depennata? Grazie mille per la vostra corte attenzione

Lalla – gent.ma Sara, innanzitutto chiariamo che il depennamento non è contemplato tra le sanzioni possibili nelle graduatorie di istituto.

Le sanzioni sono disciplinate dal Regolamento delle supplenze (dm 131/07). Fermo restando che tutte le sanzioni hanno validità esclusivamente per l’anno scolastico in corso, nel tuo caso si tratta di vedere cosa accade se non si accetta una proposta di supplenza

  1. la rinuncia ad una proposta contrattuale o alla sua proroga o conferma ripetuta per due volte nella medesima scuola comporta, esclusivamente per gli aspiranti totalmente inoccupati al momento dell’offerta di supplenza, la collocazione in coda alla relativa graduatoria di terza fascia;

Quindi, al primo rifiuto non accade nulla. Al secondo rifiuto, nella stessa scuola e per la stessa classe di concorso, la sanzione è il collocamento in coda alla terza fascia.

La sanzione viene erogata a chi è completamente inoccupato al momento dell’offerta di supplenza (l’incarico nella scuola paritaria non significa essere occupati, il riferimento è alla scuola statale).

Le sanzioni non vengono erogate in presenza di giustificati motivi (spetta alla scuola stabilire quali).

Rinuncia, assenza, abbandono servizio. Le sanzioni. Guida

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads