Sostegno. Non sono possibili Esami di Stato con dispensa da alcune discipline

Marta – Avrei bisogno del suo aiuto in merito ad una situazione che ho riscontrato quest’anno nella mia scuola a proposito di una alunna IPOVEDENTE. E’ un’alunna di scuola superiore, Liceo delle Scienze Umane)affetta da maculopatia, dunque ad ipovisione degenerativa.

La ragazza vede sempre meno ma fino ad adesso si è organizzata con tablet, registrazioni audio delle lezioni, tabelle ingrandite ecc . supportata per 8 ore dalla presenza dell’insegnate di sostegno. Essendo però la sua una patologia degenerativa non potrà col tempo più scrivere o comunque fare uso di scritti ingranditi che a poco a poco non saranno più necessari. La ragazza non conosce il Braille, perchè fino ad adesso non era necessario per. (Cercheremo di convincerla a frequentare un corso che ancora non accetta di fare).

Il merito della questione che sottopongo è il seguente: esiste una normativa scolastica che prevede per casi del genere l’ESONERO da alcune materie presenti nel curriculum del quinto anno (dunque di esame) senza che
il diploma si trasformi in attestato? Infatti alcune materie (es. chimica e fisica) risultano assolutamente incompatibili con il suo grado di performance, anche attraverso l’utilizzo di metodologie compensative o dispensative, togliendole altresì l’energia per potere svolgere le altre materie che invece riesce a seguire bene con gli ausili compensativi dispensativi.

A quanto so se non si attestano almeno gli obiettivi minimi di TUTTE le materie curriculari il diploma non può essere rilasciato. Il suo però mi sembra un caso particolare: l’insorgenza in itinere dell’ impossibilità di poter svolgere alcune materie non conoscendo il braille .

Io non ho trovato a proposito normative che indichino tale possibilità, se non la possibilità di svolgere prove equipollenti a quelle assegnate agli altri candidati e che possano consistere nell’utilizzo di mezzi tecnici o
modo diversi, o di contenuti culturali differenti. (Normativa per l’Esame di Stato OM 41/2012 ), ma non prevedono o citano la possibilità di esonero dallo scrutinio finale di alcune materie.

Maria Vitale Merlo – gent.ma Marta, le confermiamo che per conseguire il diploma l’alunna non può godere di alcun esonero legato ad alcune discipline, esattamente come per qualsiasi altra tipologia di handicap.

Durante l’anno scolastico deve effettuare il suo percorso scolastico normalmente – anche per obiettivi minimi – e deve conseguire una valutazione positiva. Agli esami può solo sostenere prove equipollenti , infatti le circolari prevedono la possibilità del braille o la trascrizione del testo su supporto informatico. In ogni caso la norma non prevede l ’esonero ed in caso di esito negativo non consegue il diploma.

Ovviamente il documento che la scuola presenterà dovrà contenere una relazione dettagliata da cui si evincono le necessità dell’alunna e le figure devono supportarla agli esami.

Da ciò che leggo non si evince la classe frequentata, però ritengo importante parlare con la famiglia e suggerire di intraprendere un percorso (anche se penso che stiano già provvedendo) che possa aiutarla a vivere tutto questo.

Posted on by nella categoria Sostegno
Versione stampabile
ads ads