Non è il Preside a scegliere se assegnare la supplenza al 30 giugno o al 31 agosto

Elisa – Cara Lalla, mi hanno chiamato per una supplenza annuale come ITP in un Istituto superiore su una cattedra di diritto. Vista che la GAE in questa classe di concorso era esaurita si è passati alle chiamate da graduatorie di
Istituto. Il preside può scegliere se lasciarla con scadenza del contratto al 31 agosto oppure anticiparla al 30 giugno? I sindacati mi hanno detto che un preside lo può fare. Se sì in che casi?

Ho letto anche il vostro articolo Supplenze: differenze contratto 31 agosto e 30 giugno e da lì mi sembra di capire che il preside non possa scegliere a sua discrezione, ho capito bene?

Ancora devo firmare il contratto, mi conviene farlo presente o seguire un iter specifico? Grazie mille per i vostri sempre utili consigli.

Lalla – gent.ma Elisa, continuiamo a chiederci come sia possibile da parte dei sindacalisti territoriali, fornire informazioni senza accompagnarle dei riferimenti normativi. Tale cattiva abitudine ha spinto l’Ufficio scolastico Regionale del Piemonte a mettere i punti sulle i, con apposita circolare in cui si chiarisce

"

i posti restituiti alle graduatorie di istituto dalle GAE con scadenza al 31 agosto (supplenze annuali) per esaurimento delle stesse devono mantenere tale scadenza in quanto trattasi di posti presenti e vacanti in organico di diritto.".

L’affermazione è naturalmente supportata dai riferimenti normativi al Regolamento delle supplenze, che ti invitiamo a leggere in questo articolo Supplenza su posto vacante rimane al 31 agosto anche da graduatorie di istituto

Come vedi non c’è alcuna discrezionalità da parte del Dirigente scolastico. Le cattedre non sono del "Dirigente" ma fanno parte di un organico approvato dall’ufficio scolastico. Qualora su posto vacante il Dirigente Scolastico dovesse proporti un contratto fino al 30 giugno, fai presente la normativa.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads