Anno di prova e scelta della sede definitiva

Antonella – Salve! Sono una docente immessa in ruolo quest’anno dal 1settembre 2014 (su posto di sostegno scuole medie AD00), da concorso 2012. Ho dovuto scegliere come sede provvisoria una scuola un po’ lontana da casa ma poiché ho una bimba di pochi mesi vorrei prendere il congedo parentale e rimandare l’anno di prova all’anno scolastico 2015-2016. In questo caso l’anno prossimo dovrò fare l’anno di prova sempre in questa sede scolastica in cui sono in servizio oggi? Oppure avrei la possibilità il prossimo anno di sceglierne un’altra (magari se ne renderà disponibile una più vicina a casa)? Grazie anticipatamente.

Paolo Pizzo – Gentilissima Antonella,

il periodo di prova può essere rimandato senza limiti di anni qualora non si raggiungano i 180 gg. di servizio richiesti: è possibile, infatti, che il docente, anche per più anni scolastici, si assenti a causa della fruizione di aspettative per motivi di famiglia, malattia, congedi per maternità ecc. tali da non permettere per ogni anno scolastico di riferimento il raggiungimento dei 180 gg. effettivi di servizio.

Sarà il tuo caso.

L’anno di prova non è vincolante per la scelta della sede definitiva né,nel caso fosse rimandato, per un eventuale trasferimento negli anni successivi.

Il fatto quindi di rimandarlo non preclude al neo immesso in ruolo di effettuare domanda di trasferimento per la scelta della sede definitiva.

Pertanto, indipendentemente dall’anno di prova, potrai fare domanda di mobilità volontaria e svolgere poi l’anno di prova nella nuova sede.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità, Anno di prova neo immessi in ruolo
Versione stampabile
ads ads