Modalità di richiesta del congedo parentale

Antonella – sono una docente a tempo indeterminato e vorrei usufruire di 5 giorni di congedo parentale per mia figlia minore di 8 anni.  La domanda va spedita con raccomandata A/R al Dirigente Scolastico della mia scuola? L’articolo 12  comma 7 del CCNL Comparto Scuola riferisce di inviare tale domanda all’ufficio di competenza, cosa si intende per ufficio di competenza? La scuola  o la mia sede INPS di competenza? Grazie per l’attenzione.

Paolo Pizzo – Gentilissima Antonella,

l’art. 12/7 del CCNL/2007 prevede che Ai fini della fruizione, anche frazionata, dei periodi di astensione dal lavoro, di cui all’art. 32, comma 1, del D. Lgs. n.151/2001 [congedo parentale], la lavoratrice madre o il lavoratore padre presentano la relativa domanda, con l’indicazione della durata, all’ufficio di appartenenza di norma quindici giorni prima della data di decorrenza del periodo di astensione. La domanda può essere inviata anche per mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento purché sia assicurato comunque il rispetto del termine minimo di quindici giorni. Tale disciplina trova applicazione anche nel caso di proroga dell’originario periodo di astensione.

Intanto chiariamo che per “ufficio di appartenenza” si intende la propria scuola di servizio. L’INPS, infatti, non c’entra con nessuna pratica relativa la maternità/paternità per il personale della scuola.

Il riferimento quindi all’ufficio è semplicemente la segreteria scolastica della tua scuola. La prassi diffusa è quella di recarsi in segreteria dove troverai un modellino apposito in cui indicare tutte le informazioni relative al congedo compreso il periodo di fruizione. La domanda è ovviamente indirizzata al dirigente scolastico. Inoltre, la norma indica che la domanda può essere inviata…Questo è previsto oltre che come soluzione “ordinaria” anche perché  è possibile che durante la fruizione frazionata del congedo la docente intenda proseguire con lo stesso senza rientrare in servizio. Allora, se non vuole recarsi  fisicamente a scuola e riprodurre un’altra domandina può anche inoltrarla con una raccomandata (e ovviamente oggi è possibile farlo anche attraverso l’utilizzo della PEC).

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads