Spezzoni pari o inferiori alle 6 ore vanno attribuiti alla classe di concorso in organico

Prof. Maria – Vorrei sapere come funziona l’attribuzione degli spezzoni inferiori o uguali a sei ore che sono di competenza dei D.S, per le classi atipiche. Es. chimica negli istituti professionali è classe atipica e precisamente è attribuibile sia alla A013 che alla A012. Nel caso di spezzone pari o inferiore a 6 ore, un docente interno abilitato in A012 può richiederle? Anche nell’ipotesi che nell’organico siano state attribuite alla A013?

Lalla – gent.ma Maria, la risposta è negativa. L’atipicità delle classi di concorso riguarda la costituzione delle cattedre in organico di diritto e serve a salvaguardare la titolarità.

Secondo le indicazioni riportate nella CM n. 34/2014, l’individuazione delle classi di concorso cui attribuire tali insegnamenti deve avere come fine prioritario la tutela della titolarità dei docenti presenti nell’istituzione scolastica, la ottimale formazione delle cattedre e la continuità didattica.

In assenza di esubero, il dirigente scolastico, d’intesa con codesti Uffici Scolastici, sulla base del parere del collegio dei docenti reso in coerenza con il POF, individua la classe di concorso alla quale assegnare l’insegnamento, assicurando un’equilibrata distribuzione dei posti tra le classi di concorso, al fine di venire incontro alle aspettative dei docenti inclusi nelle graduatorie provinciali ad esaurimento.

Pertanto, nella fase di attribuzione degli spezzoni pari o inferiori a 6 ore, tale situazione è già stata sistemata a livello di istituzione scolastica ed è chiaro a quale classe di concorso vanno attribuite. Infatti, se non ci sono all’interno della scuola in cui si verifica la disponibilità insegnanti disposti ad accettare tali ore, bisognerà scorrere le graduatorie di istituto, utilizzando la classe di concorso in organico.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads