Graduatorie III fascia ATA: la Patente Informatica Internazionale è riconosciuta come Attestato di addestramento Professionale?

Salve, leggo spesso la vs rubrica, vorrei se posso porre una domanda: in riferimento al bando per il reclutamento personale ata 2014/2017 , ho presentato degli attestati per la valutazione per il profilo di amministrativo.al punto 4 dell’allegato A1 si fa riferimento a un attestato di dattilografia. sono riuscito a trovare un corso con una ditta che è autorizzata e convenzionata con il miur di cui vi allego le certificazioni qui sotto. secondo la vs opinione l’attestato rilasciato da questa ditta è valido per il punteggio del personale ATA? vi ringrazio per la risposta…

Supplenza ATA. Accettazione in caso di astensione obbligatoria

Benedetta – Vi prego di rispondere a questo mio quesito dal momento che per me è una necessità che potrebbe una volta tanto essere una buona opportunità. Sono al settimo mese di gravidanza e da qualche tempo ricevo chiamate dalla scuola come collaboratrice scolastica, ma per un solo giorno ed io rifiuto per il mio pancione. Qualcuno mi ha detto che ho bruciato una buona opportunità perchè avrei potuto avere la maternità visto che da questo mese stò in astensione obbligatoria. VI prego aiutatemi a capire se questa cosa è vera e cosa devo fare. Non sono iscritta a un sindacato e non so a chi rivolgermi. In attesa e fiducioso in un riscontro vi ringrazio di cuore.

Graduatorie II fascia ATA: chi è inserito nelle graduatorie provinciale ad esaurimento e non nelle graduatorie di istituto…?

Salve, sono inserito nella II fascia ATA, per il profilo di collaboratore scolastico, ora dovrei aggiornare la scelta delle 30 scuole. Volevo sapere, chi è inserito nelle graduatorie provinciale ad esaurimento e non nelle graduatorie di istituto di seconda fascia della medesima provincia, presentando domanda di inserimento nelle scuole, potrebbe precedermi, avendo un punteggio magari più alto del mio? Vi ringrazio in anticipo e resto in attesa di una Vostra risposta.

Rientro anticipato del titolare: il Dirigente deve rispettare la data di scadenza del contratto del supplente

Paola – Le scrivo per sottoporre alla Sua Cortese Attenzione una vicenda che mi vede coinvolta in prima persona e sulla quale vorrei dei chiarimenti. Lo scorso ottobre sono stata convocata da Graduatoria di Istituto (in cui sono regolarmente iscritta in terza fascia – classe di insegnamento A043) per una supplenza temporanea su un posto di sostegno presso una Scuola secondaria di Primo Grado in provincia di Novara. Ho dunque stipulato (e regolarmente firmato, tengo a precisare!) un contratto di lavoro a tempo determinato – con decorrenza dal 08/10/2014 e cessazione al 15/02/2015 per n. 18 ore settimanali di lezione – per la sostituzione di una docente in congedo per maternità. Lo scorso 23 novembre vengo tuttavia informata dal Dirigente di tale Istituto che la docente titolare, a causa di complicazioni, sarebbe rientrata anticipatamente e che pertanto il mio contratto sarebbe cessato in data 07.12.2015. Considerato che sul contratto stipulato non è contemplato il caso di cessazione per rientro anticipato del titolare, vorrei sapere se tale comportamento sia legittimo. La ringrazio anticipatamente e Le invio Distinti Saluti.

Quando l’alunno chiede di avere un altro insegnante di sostegno

Franco – Gent.ma Lalla, sono un insegnante di sostegno di scuola secondaria di primo grado (con incarico fino al 30 giugno) e sto seguendo un caso molto particolare, anche perchè l’alunno non ha mai accettato la mia presenza, continuando ad invocare invece la "continuità", se così possiamo dire, con il docente (di ruolo) cui era stato affidato all’inizio dell’anno scolastico in corso, prima della mia nomina. Ho chiesto, viste le ripetute insistenze da parte del ragazzo, se era possibile un cambiamento di classe, ma sia il dirigente che il collega interessato hanno opposto alla mia richiesta verbale sia motivi di ordine "burocratico" (graduatoria interna d’istituto) che di continuità didattica con gli alunni che il collega sta seguendo.

Visione documenti alunno con sostegno

Salve sono una docente di scuola primaria, vorrei sapere se è lecito che tutti i docenti di sostegno possono visionare i documenti inerenti le diagnosi funzionali, individuazione, legge 104…. (cioè l’intero fascicolo) di tutti gli alunni diversamente abili. grazie e si coglie l’occasione per porgere distinti saluti

Sostegno anche nelle ore di Laboratorio?

Anna – Nella classe ove insegno sostegno, un docente sostiene che sono obbligata seguire l’allievo nelle tre ore di laboratorio di cucina pomeridiane. Le motivazioni, stando a quanto scritto nella richiesta al ds, sono didattiche ma soprattutto di natura di sicurezza (sicurezza per tutta la classe, non solo per l’allievo diversabile). Come insegnante di sostegno non ravviso tale necessità e ritengo che la mia presenza sia solo di "sorveglianza", visto che l’allievo non deve essere supportato a livello pratico ma teorico in altre discipline. Tengo a precisare che durante le ore di laboratorio è presente un’educatrice per un altro allievo (sindrome di Down). Durante il prossimo consiglio di classe posso chiedere quali sono le motivazioni didattiche addotte dal collega? Le discipline da seguire come insegnante di sostegno sono veicolate a qualche normativa o si deve fare affidamento alla propria programmazione (PEI)? Grazie in anticpo per la consulenza Cordiali saluti

Modalità consegna PEI alla famiglia

Ada – Gent.ma redazione, vorrei sapere se il PEI può essere dato in fotocopia alla famiglia che ne fa richiesta direttamente dall’insegnante di sostegno senza dover fare una richiesta ufficiale in segreteria. Essendo un documento redatto in collaborazione con la famiglia e con l’ASL non capisco perché i genitori per averne una copia debbano fare una richiesta scritta in segreteria.

Come considerare il dipendente che terminato l’orario di lavoro si reca dal proprio medico curante e si fa rilasciare un certificato medico con decorrenza lo stesso giorno?

Ezio – Ho lavorato 5 ore la mattina, poi al pomeriggio mi sono fatto male con un punto di sutura al P.S., il referto era datato quel giorno, così come quello del mio medico curante e quello della visita fiscale, ho chiesto permesso per malattia dal giorno dopo, ma mi è stato concesso dal giorno in cui mi sono fatto male, come se non avessi lavorato, motivando il tutto con una sentenza della Cassazione. Ho chiesto di recuperare quelle cinque ore con permessi, ma mi è stato negato, E’ corretto il tutto ed ho lavorato gratis? Ringraziando anticipatamente si porgono distinti saluti.

Supplenze su sostegno senza titolo

Sono iscritta in 3 fascia nella provincia di Milano per settore A345- A346 e basta da due giorni mi stanno arrivando convocazioni in merito a richieste di disponiiblità per supplenze di "sostegno", tra l’altro mi sono accorta che anche gli altri in graduatoria con me per la mia classe sono convocati. è possibile che fare una supplenza di sostegno pur non avendo titolo a riguardo? scusate l’ignoranza ma non mi è mai capitato e come è facilmente intuibile non sono proprio praticissima di graduatorie e convocazioni.

PAS e TFA II ciclo: frequenza contemporanea?

Sono stata ammessa al PAS in A077 nel 2013, ma ho cominciato a frequentare il corso solo poche settimane fa perchè nella mia regione i Conservatori hanno posticipato le lezioni alla seconda annualità. Nel frattempo ho appena terminato gli orali del TFA II per un’altra classe di concorso. A questo punto mi chiedo: se dovessi superare il concorso del TFA potrei frequentare entrambi i corsi? Nelle regioni in cui i PAS sono già terminati il problema non si pone… ma chi ha dovuto iniziare i corsi un anno dopo (non per propria volontà!) rischia di trovarsi in una situazione di incompatibilità provocata da cause esterne… Ciò mi sembra che crei anche una certa disparità di trattamento fra tutti gli ammessi al PAS. Come sarà risolta questa situazione che credo accomuni non poche persone? Grazie!

Concorso 2012 ed immissioni in ruolo 2015

Rachele – Sono una vincitrice del concorso 2012 e sono davvero preoccupata e stupita. Di noi si è parlato poco e, dopo la sentenza della corte europea, siamo praticamente spariti. "la buona scuola" parla delle assunzioni di tutti gli 8000 vincitori non ancora immessi in ruolo, ma ho paura che a seguito di questa sentenza finiremo nel dimenticatoio. Avete notizie, spero rassicuranti, in merito? Grazie.

Non mi iscrivo al TFA e partecipo al concorso con un ricorso. Si può?

Anna – Gent.ma Redazione, riguardo alla sentenza in oggetto, come si deve comportare un candidato che ha appena superato le selezioni per il Tfa II ciclo e deve iscriversi? Vista la sentenza, io laureata con vecchio ordinamento nel 2004 potrei partecipare al concorso con riserva e fare ricorso. Perché dovrei spendere quasi 3.000,00 euro e impegnarmi un anno per conseguire il Tfa? Avrei punteggio o vantaggi maggiori, o mi troverei solo con una spesa inutile alle spalle? Grazie

Graduatorie III fascia ATA: in caso di errata valutazione della domanda, cosa fare?

Clara – Gentilissima redazione di orizzonte scuola, mi chiamo Clara, controllando il punteggio attribuitomi per quanto riguarda la graduatoria di personale A.T.A. terza fascia per il profilo di CS ho osservato un errore di calcolo.
Ho chiamato la segreteria della mia scuola di riferimento, riconoscendo il loro errore, mi hanno detto di fare ricorso.
In cosa consiste il ricorso? Cosa devo fare?
Inoltre volevo sapere come vengono valutati: il servizio civile di un anno anno 2009.protezione civile presso il comune cittadino. la mia percentuale di invalidità motorea del 65% . Grazie per l’attenzione

Personale ATA assunto ai sensi dell’art. 59 CCNL 29/11/2007: in caso di Malattia come calcolare la retribuzione?

SCUOLA – Gent.ma desidererei sapere qual’è la retribuzione spettante al personale ata in servizio, assunto ai sensi dell’art. 59 ccnl 29/11/2007, per profilo superiore (da coll.re scol.co di ruolo ad ass.te tecnico t.d.) con nomina fino all’avente diritto, in caso di assenza per malatti; se spetta il 50% o il 100% visto che trattasi comunque di nomina su posto vacante. Ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti

Congedo parentale interrotto da malattia bambino e inopportuna email del dirigente

Clara – Buongiorno, sono una maestra di scuola primaria. Ho una bimba di 33 mesi e un’altra di 7 mesi, sto usufruendo del congedo parentale dal 15 settembre al 20 dicembre per la figlia più piccola. Lunedì la pediatra a seguito della malattia della prima figlia mi ha dato 6 gg di malattia. Avvalendomi della normativa ho richiesto per scritto la sospensione del congedo parentale per usufruire dei gg di malattia dell’altra figlia, terminata la malattia il congedo riprenderà. La segreteria molto scocciata mi ha detto che riferirà al Ds, ora il Ds via mail mi ha scritto che prende atto della mia comunicazione ma mi invita a tenere presente che la segreteria lavora per tutta la scuola e non solo per me. Comprendo il disagio recato a livello di pratiche burocratiche, ma la mia richiesta è legittima giusto? Ho letto le circolari dell inps e del ministero, le discussioni sul vostro forum e mi pare di avere agito in maniera corretta. Tanto più che la malattia è dell’altra figlia non di quella per cui sono in maternità.  Spero di cuore in una sua risposta.  Grazie e cordiali saluti.

Genitori stanchi dei continui cambi supplenti

Simona – Salve vivo a ** e ho un bimbo che frequenta la I classe della scuola *** tutti i genitori della classe lamentano il fatto che da quando e’ iniziato l’anno scolastico ci troviamo ad affrontare una mancanza di maestra di ruolo per scienze- geografia-storia.

La maestra che ha l’incarico non si e’ mai presentata e sembra che mai si presentera’ per motivi legittimi ma poco chiari vorrei chiedere se e’ possibile dare incarico ad altra insegnante per far si che possa seguire i bambini in maniera costante visto che fino ad ora ne abbiamo gia’ cambiate 4 .