Graduatorie III fascia ATA: il servizio prestato con contratto di prestazione d’opera non è oggetto di valutazione

SCUOLA – come si valuta nella 3^ fascia ATA il servizio prestato in qualità di docente presso un CFP con contratto di prestazione d’opera per 33 gg. In un anno (un giorno alla settimana dal 1° ottobre al 30 maggio)

di Giovanni Calandrino – Gentile SCUOLA, la risposta è negativa. Il servizio prestato con contratto di prestazione d’opera non è oggetto di valutazione.

I contratti di prestazione d’opera, stipulati da personale cui viene affidato lo svolgimento di attività, sono posti in essere in virtù di “convenzioni e sotto forma di rapporto di collaborazione coordinata e continuativa “per cui viene meno un rapporto di lavoro caratterizzato come “dipendente” ma soltanto un obbligo tra le parti.

Per quanto innanzi esposto risulta, quindi, chiaro ed evidente che il servizio prestato con contratto d’opera non può essere inteso come “servizio prestato in qualità di personale ATA nelle istituzioni scolastiche statali né altro servizio comunque prestato” e quindi esso non va valutato.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads