Supplenze terza fascia ATA: sanzioni rinuncia proposta contrattuale e valutazione servizio part-time

Gabriella – Buongiorno, io mi sono iscritta quest’anno alle graduatorie ATA come AA, CS e infermiere e volevo sapere se una persona che viene chiamata per supplenze, non accetta, ci sono delle penalizzazioni? E per andare avanti nella graduatoria quanti giorni di servizio all’anno è necessario fare? In caso di lavoro part-time come si calcolano i periodi? La ringrazio anticipatamente per la risposta. Cordiali Saluti.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Gabriella, in riferimento all’art. 7 del decreto n. 430 del 13/12/2000 (Regolamento supplenze ATA), per supplenze conferite sulla base delle graduatorie di circolo e di istituto:

1) la rinuncia ad una proposta contrattuale, o alla sua proroga o conferma, non comporta alcun effetto;
2) l’abbandono della supplenza comporta la perdita della possibilità di conseguire qualsiasi tipo di supplenza conferita, sia sulla base delle graduatorie di cui all’articolo 2, che delle graduatorie di circolo e di istituto, per l’anno scolastico in corso.

Alla domanda: per andare avanti nella graduatoria quanti giorni di servizio all’anno è necessario fare?
Non esiste un valore minimo, l’importante è lavorare il più possibile.

Per passare nella "graduatorie dei 24 mesi ATA" occorrerrà una anzianità di almeno due anni di servizio (24 mesi, ovvero 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi; le frazioni di mese vengono tutte sommate e si computano in ragione di un mese ogni trenta giorni e l’eventuale residua frazione superiore a 15 giorni si considera come mese intero) prestato in posti corrispondenti al profilo professionale per il quale il concorso viene indetto e/o in posti corrispondenti a profili professionali dell’area del personale ATA statale della scuola immediatamente superiore a quella del profilo cui si concorre.

Il servizio prestato, per ogni medesimo profilo è così valutato:

Per ogni anno scolastico: 6 PUNTI
Per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni: 0,50 PUNTI.

Il servizio part-time con tipologia sia verticale sia orizzontale, indipendentemente dal numero delle ore di servizio prestato è equiparato a servizio intero.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads