Diritto al ricalcolo della pensione e della buonuscita

Antonio  – classe 1951, e sono stato docente di Scuola Superiore fino al 31 agosto 2012 e poi sono andato in quiescenza ( fascia 21) il primo di settembre del medesimo anno, grazie alla ricongiunzione di diversi anni di lavoro svolti nel settore privato. Al 31/12/2012 avrei maturato lo scatto di anzianità per passare alla fascia successiva 21-27 come risulta da cedolino stipendiale . Mi chiedo se ho diritto al ricalcolo della pensione, dato che è stato riconosciuto lo scatto 2012, e a tutti gli effetti economici che uno scatto di anzianità può determinare anche se in difetto di maturazione di solo 4 mesi. Ho consultato un Sindacato e mi è stato risposto che avrei diritto al ricalcolo della pensione, mentre l’Ust afferma che non ho diritto perché non ero in servizio dal 1° di settembre fino al 31/12/2012. Cordiali saluti Antonio.

FP – Gentile Antonio,

per maturare il diritto al ricalcolo della pensione e della buonuscita, in  seguito all’attribuzione di una fascia stipendiale più alta rispetto a quella  utilizzata per determinare la misura degli emolumenti di cui sopra, il  passaggio deve avvenire entro l’ultimo giorno di servizio.  Al 31/8/2012 la progressione economica del suo stipendio, legata all’anzianità  di servizio si è interrotta per effetto della quiescenza. Concordo di fatto con le indicazioni dell’UST.

Posted on by nella categoria Stipendio, Pensioni
Versione stampabile
ads ads