Graduatorie ATA: art. 59 CCNL comparto scuola e il completamento d’orario

Sabrina – Salve, nella mia regione c’è un dilemma nelle scuole e non si riesce ad arrivarne a capo, confido in Voi. Ora vi spiego, io sono una collaboratrice scolastica a tempo indeterminato, ho accettato una supplenza come Assistente Amministrativa fino al 30/06/2014 per 12ore, ancora fino all’avente diritto, la domanda è questa, "posso completare l’orario settimanale con supplenze temporanee"?

E se si chi mi deve pagare? I sindacati mi dicono di accettare perché ho diritto al completamento dell’orario, ma la ragioneria territoriale non sanno come far arrivare i soldi alle scuole. Intanto noi lavoriamo e non sappiamo nemmeno se saremmo pagati. È un verro dilemma.
Se riesci a darmi una risposta te ne sarei molto grata?

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Sabrina, la risposta è negativa. In riferimento all’art. 59:

1. Il personale ATA può accettare, nell’ambito del comparto scuola, contratti a tempo determinato di durata non inferiore ad un anno (30 Giugno – 31 Agosto), mantenendo senza assegni, complessivamente per tre anni, la titolarità della sede.

2. L’accettazione dell’incarico comporta l’applicazione della relativa disciplina prevista dal presente CCNL per il personale assunto a tempo determinato, fatti salvi i diritti sindacali.

Considerato la nota ministeriale prot. n. 8921 del 08/09/2014, dove si coglie l’occasione per chiarire che, in occasione dell’aggiornamento delle Graduatorie di III fascia ATA, potranno essere conferite supplenze fino all’avente diritto anche al personale ATA di ruolo ai sensi dell’art. 59 del CCNL comparto scuola (come di sopra richiamato).

A parere dello scrivente può completare il suo orario di servizio accettando SOLO supplenze con contratti a tempo determinato di durata non inferiore ad un anno scolastico.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads