Graduatorie III fascia ATA: la valutazione degli attestati di “tecnico pubblicitario” e “addetto alla commercializzazione servizi turistici”

SCUOLA – Gentile redazione, approfitto della Vostra disponibilità e competenza per chiarire un dubbio relativo alla valutazione domande III fascia ATA.

Due aspiranti hanno prodotto attestato di qualifica professionale ai sensi l. 845/78 relativo a "tecnico pubblicitario" e "addetto alla commercializzazione servizi turistici".
Possono essere valutati 1,50 punti considerando che all’interno, tra le materie del corso, sono presenti, per il primo attestato,
– computer grafica (ore 256);
– internet e web design;
mentre per il secondo:
– informatica di settore (60 ore)
Certi di un Vostro parere ringrazio anticipatamente

di Giovanni Calandrino – Gentile SCUOLA, la risposta è negativa.

Attestato di qualifica professionale di cui all’art. 14 della legge n. 845/1978:
Ai fini della valutazione, l’attestato deve essere integrato dal piano di studio, in tal senso sono valutabili quegli attestati dove sul piano di studi si fa diretto riferimento alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione mediante strumenti di videoscrittura o informatici.
Il piano di studi, quindi oltre a essere obbligatorio, è fondamentale per stabilire la corretta valutazione o meno dell’attestato.

Pertanto gli attestati "tecnico pubblicitario" e "addetto alla commercializzazione servizi turistici" non possono essere valutati perché non riguardano CORSI INFORMATICI con base di riferimento: gestione/informatizzazione ufficio amministrativo/contabile.

Vi invitiamo a questo proposito a leggere la FAQ n. 53 dell’USR Veneto

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads