Il trattenimento per conseguire il diritto minimo a pensione

DSGA  – Buongiorno, chiedo cortesemente un parere in merito alle possibilità di trattenimento in servizio per un collaboratore scolastico che raggiungerà, entro la fine dell’anno scolastico in corso, il requisito per la pensione di vecchiaia (66 anni e 3 mesi) ma con solo 12 anni di contribuzione. E’ possibile ottenere un prolungamento del servizio per raggiungere un maggior numero di anni di contribuzione? Se sì, fino a quale età? Grazie.  Cordiali saluti.

FP -Gentile Dsga,

in merito al pensionamento d’ufficio, le segnalo che sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 18 agosto 2014 è stata pubblicata la Legge 114/2014 di conversione del D.L. 90/2014, conosciuta meglio come riforma della Pubblica Amministrazione.

Le novità contenute, in termine di pensionamento, possono essere riassunte in due punti:

1) abolizione del trattenimento in servizio dopo il raggiungimento dei requisiti pensionistici;
2) abbassamento dell’età da 65 a 62 anni per le cessazioni d’ufficio, in caso di raggiungimento dell’anzianità contributiva, attualmente pari a 42 anni e 6 mesi per gli uomini e 41 anni e 6 mesi per le donne, ma con un aumento di 4 mesi a decorrere dal biennio 2016/2018.

Si precisa, però,  che il D.L. di cui sopra,  ha abrogato l’art. 16 del D.lgs. n. 503/92 e non il trattenimento per conseguire il diritto minimo a pensione.

In merito a quest’ultima ipotesi, le segnalo che la Funzione Pubblica con diversi pareri ha dichiarato che nel caso in cui il soggetto con il trattenimento in servizio non matura i requisiti minimi a pensione dovrà essere collocato a riposo al compimento del 65° anno di età.

Il caso da lei sottoposto, potrebbe rientrare nella casistica appena citata.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads