Raggiungimento del requisito per la pensione anticipata

Tiziana  – Buonasera. Sono un’insegnante di scuola primaria, entrata in ruolo il 10 settembre 1982. Sono nata il 29-4-1955. Non sono in grado di calcolare quando sarà possibile richiedere il pensionamento perchè, al momento, non ho ancora effettuato il riscatto del periodo della maternità avvenuta prima dell’immissione in ruolo. Il periodo di astensione obbligatoria è durato dal 15 gennaio al 23 maggio 1979 e nel periodo immediatamente successivo ho lavorato in supplenze saltuarie. Al momento mi sono stati riconosciuti, come servizio pre-ruolo, 6 anni, 11 mesi e 23 giorni. Ho usufruito di un periodo di aspettativa per famiglia pari a 12 giorni. Ho inviato la domanda di riscatto per il periodo di maternità nel giugno del 2013, ma al momento non ho ancora ricevuto notizie. Sono veramente incerta su quanti anni di servizio dovrò ancora prestare e sarei molto grata se potessi avere una risposta in questa sede. Anticipatamente ringrazio cordialmente e resto in fiduciosa attesa.
FP – Gentile Tiziana,

per essere chiari nell’individuazione della sua “uscita” dal mondo lavorativo,  bisogna ricostruire la sua anzianità contributiva.

Fermando il tempo al 31/12/2014 avremo:

– 5M 1G di astensione obbligatoria (in attesa di relativo decreto);
– 6A 11M 23GG di preruolo;
– 32A 3M 22 GG di ruolo;
– 39A 8M 16 GG di anzianità contributiva.

Considerata la suddetta anzianità e la sua età anagrafica, la prima  possibilità di pensionamento, è data dal raggiungimento del requisito per la  pensione anticipata prevista dalla L. 214/2011, ovvero al raggiungimento dell’  anzianità contributiva prescritta dalla normativa, senza operare nessuna forma
di arrotondamento.

I requisiti per il pensionamento anticipato per le donne, previsti per i  prossimi anni, sono:
– 2014/2015 41 anni e 6 mesi;
– 2016/2018 41 anni e 10 mesi.

Matura il diritto alla pensione con decorrenza 1/9/2017.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads