Sentenza del Tribunale e diritto alla retrodatazione giuridica di 2 aa.ss.

Carlo  – Gent.ma Redazione, sono un insegnante di scuola secondaria di secondo grado assunto in ruolo il 1  settembre 2011 ma che, in seguito a ricorso con sentenza favorevole nel maggio  2013, ha ottenuto la retroattività giuridica al 1 settembre 2009 cioè di altri  due anni (coperti da servizio effettivo retribuito).  Il mio servizio pre-ruolo valevole ai fini della ricostruzione di carriera, a  questo punto, è di soli altri due anni scolastici (2007/08 e 2008/09). A settembre 2012, subito dopo aver superato l’anno di prova ma prima della  suddetta sentenza, avevo già presentato l’istanza di ricostruzione di carriera. Il mio quesito che interessa molti altri colleghi nella mia medesima  situazione è il seguente: a questo punto vi è un interesse concreto di  presentare una nuova istanza di aggiornamento della ricostruzione per fare apportare la suddetta variazione, oppure la cosa è del tutto irrilevante anche  ai fini economici e/o pensionistici? Bisogna eventualmente presentare relativa richiesta alla scuola di titolarità,  oppure alla RTS della provincia dove attualmente si presta servizio? Certo di una vostra cortese risposta, vi saluto cordialmente.

FP – Gentile Carlo,

in merito alla sua richiesta, le segnalo che gli anni di servizio “coperti” da  retrodatazione giuridica, in seguito a sentenza, sono anni da considerarsi ai  fini della ricostruzione di carriera, come anni di ruolo e pertanto non  rientrano nella valutazione, valida per i servizi pre-ruolo, che segue la  seguente “dinamica”:

– i primi 4 anni sono utili ai fini giuridici ed economici;
– 2/3 della parte restante sono utili ai fini giruidici ed economici;
– 1/3 è utile ai soli fini economici.

Ai fini della progressione economica, è opportuno presentare una nuova  richiesta, specificando che in seguito a sentenza del Tribunale, si ha diritto  alla retrodatazione giuridica di 2 aa.ss.

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads