Prima fino avente titolo e poi a titolo definitivo: la supplenza è “unica”. Chiarimenti per la scuola

Scuola -Buongiorno, si richiede il seguente quesito: Devo chiudere i contratti dei docenti sino all’avente diritto, e stipulare un contratto sino al 30/06/2015, secondo la graduatoria di istituto tocca alla stessa docente che però si trova in malattia. Per la stipula del contratto deve prendere effettivo servizio o può essere assente per malattia? E se l’assenza è una grave patologia? Da quando decorre il nuovo contratto? Si ringrazia. Distinti saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

il MIUR ha precisato che quando al medesimo docente o ata e sul medesimo posto sia attribuita prima una supplenza temporanea in attesa dell’avente titolo e poi una supplenza annuale o temporanea sino al termine delle attività didattiche, l’intero periodo assume il regime giuridico del provvedimento attribuito a titolo definitivo.

Pertanto, a parere di scrive, la supplenza di cui al quesito, anche se inerente a “nuova” convocazione, può essere considerata unica e quindi il docente assente per malattia (o grave patologia) deve comunque avere il contratto giuridico ed economico dal giorno in cui dovrebbe assumere servizio.

In poche parole la supplenza è considerata unica e quindi non c’è bisogno che il docente assuma nuovamente servizio perché essa sia considerata valida.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads