Graduatorie III fascia ATA: valutazione ECDL – PEKIT – Attestato di qualifica professionale

SCUOLA – Gentile Redazione, dovendo valutare i vari titoli informatici per il profilo di assistente amministrativo tabella A/1 DM 717in possesso di un aspirante, si chiede se la valutazione di seguito riportata per il medesimo candidato è corretta;

1) Attestato di qualifica professionale "operatore computer" art. 14 L. 845/78 = Punti 1,50;
2) Certificazione informatica PEKIT = Punti 1,20;
3) Certificazione ECDL = Punti 1 (valutata secondo il punto 4 tabella A/1 e dalla nota 6 della medesima tabella.
Per un Totale di PUNTI 3,70
Si precisa inoltre che la medesima certificazione Pekit, è stata valutata anche per il profilo CS = Punti, 0,60
Nel ringraziare si resta in attesa di una Vs. risposta

di Giovanni Calandrino – Gentile SCUOLA, si ricorda che:
Attestato di qualifica professionale di cui all’art. 14 della legge n. 845/1978:
Ai fini della valutazione, l’attestato deve essere integrato dal piano di studio, in tal senso sono valutabili quegli attestati dove sul piano di studi si fa diretto riferimento alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione mediante strumenti di videoscrittura o informatici.
Il piano di studi, quindi oltre a essere obbligatorio, è fondamentale per stabilire la corretta valutazione o meno dell’attestato.

Per quanto riguarda la doppia valutazione delle “Certificazioni informatiche e digitali”, a parere dello scrivente non è possibile valutare due volte dei titoli della stessa tipologia richiamati in punti DIFFERENTI della tabella di valutazione.

È consono valutare un solo titolo, il più favorevole ovvero il titolo che attribuisce un punteggio più alto.

Infine, si ricorda che per il profilo professionale di collaboratore scolastico sono oggetto di valutazione anche le “Certificazioni informatiche e digitali”.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads