Retribuzione assenza per malattia docente di sostegno al 30/6. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, vorrei chiederLe una delucidazione relative alle assenze dei docenti di sostegno: Docenti di sostegno con contratto a tempo determinato fino al 30/06 ho sempre conteggiato i giorni di assenza in questo modo: 1 mese al 100% 2 mesi al  50% Vorrei chiederLe se i docenti di sostegno hanno modalità di conteggio delle assenze diverse o altre sanzioni stipendiali. Si ringrazia per la collaborazione e si porgono distinti saluti. UFFICIO PERSONALE.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

L’art. 19 commi 3 e 4 del CCNL/2007 dispone:

Il personale docente ed ATA assunto con contratto a tempo determinato per l’intero anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche, nonché quello ad esso equiparato ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, assente per malattia, ha diritto alla conservazione del posto per un periodo non superiore a 9 mesi in un triennio scolastico. Fermo restando tale limite, in ciascun anno scolastico la retribuzione spettante al personale di cui al comma precedente è corrisposta per intero nel primo mese di assenza, nella misura del 50% nel secondo e terzo mese. Per il restante periodo il personale anzidetto ha diritto alla conservazione del posto senza assegni.

Pertanto, rientra in questa tipologia il personale che ha stipulato un contratto a seguito dello scorrimento delle relative graduatorie provinciali o conferito al 30/6-31/8 dal Dirigente scolastico (in quest’ultimo caso si tratterà di un incarico assegnato per esaurimento delle Graduatorie Provinciali o al 30/6 per spezzoni pari o inferiori le 6 ore).
Rientra altresì l’incarico per materia alternativa alla religione cattolica, con termine direttamente il 30/6.

Per queste tipologie di incarichi il personale ha diritto alla conservazione del posto per un periodo non superiore a 9 mesi in un triennio scolastico.

Per CIASCUN anno scolastico, il periodo è così retribuito:

nel 1° mese non vi è NESSUNA decurtazione (retribuzione al 100%);
Nel 2° e 3° mese la retribuzione è corrisposta nella misura del 50%.
Dal 4°al 9° mese si ha diritto alla conservazione del posto SENZA ASSEGNI.

Come è bene evidenziato nell’art. citato si utilizza la dicitura “docenti” senza nessuna distinzione tra disciplina o sostegno rilevando solo la scadenza dell”incarico.

In conclusione anche il docente di sostegno, “docente” appunto fino al 30/6, rientra in pieno nella retribuzione citata nel quesito.

Posted on by nella categoria Supplenze, Assenze
Versione stampabile
ads ads