Chi conserva titolo al completamento in altra classe di concorso non ha diritto a nessuna priorità. Chiarimenti per la scuola

Scuola – una docente supplente temporanea  in servizio sino al 30 giugno nominata dal D.S. dalle graduatorie di istituto su una classe di concorso per uno spezzone orario, può ai sensi del comma 4,art.1, del D.M. del 13 giugno 2007 pretendere il completamento di orario su un’altra classe di concorso tralasciando la convocazione degli altri aspiranti che la precedono in graduatoria? E’ urgentissimo La ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

l’art. 4 del Dm 131/07 citato nel quesito dispone che il completamento può attuarsi anche mediante il frazionamento orario delle relative disponibilità, salvaguardando in ogni caso l’unicità dell’insegnamento nella classe e nelle attività di sostegno.

E che nel predetto limite orario il completamento è conseguibile con più rapporti di lavoro a tempo determinato da svolgere in contemporaneità esclusivamente per insegnamenti appartenenti alla medesima tipologia, per i quali risulti omogenea la prestazione dell’orario obbligatorio di insegnamento prevista per il corrispondente personale di ruolo. Per il personale docente della scuola secondaria il completamento dell’orario di cattedra può realizzarsi per tutte le classi di concorso, sia di primo che di secondo grado, sia cumulando ore appartenenti alla medesima classe di concorso sia con ore appartenenti a diverse classi di concorso ma con il limite rispettivo di massimo tre sedi scolastiche e massimo due comuni, tenendo presente il criterio della facile raggiungibilità.

Ciò vuol dire, quindi, che solo i docenti in servizio nel primo o secondo grado possono avere il completamento d’orario in altra la casse di concorso anche per grado diverso  (es. il docente in servizio per 9 ore sua 043 può completare per le restanti 9 ore anche su a050/a051/a052 ecc.).

Detto questo, non esiste però una priorità di completamento orario rispetto agli altri docenti utilmente collocati in graduatoria, pertanto il docente in questione mentre ha diritto a essere convocato anche nell’altra classe di concorso non può certo avere per questa una priorità solo perché già occupato.

Pertanto, per la classe di concorso per cui farete la convocazione lui dovrà essere convocato in quanto ha titolo al completamento orario, ma potrà attuare tale completamento solo se nell’ordine di graduatoria arriverete fino a lui.

Ricordiamo invece che diversa fattispecie di fatto si concretizza quando si effettuano ulteriori convocazioni per la stessa classe di concorso dalle graduatorie ad esaurimento, ovvero quando il docente che, in assenza di cattedra intera, sceglie uno spezzone e ha diritto ad essere riconvocato se ci sono nuove convocazioni in quanto avente titolo al completamento orario: in questo caso dal momento che si va in ordine di graduatoria, è ovvio che lui precederà tutti i nuovi convocati.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads