Come diventare insegnanti in tarda età

Gabriella – Scrivo a te per avere un consiglio sicuro su come procedere. Sono laureata in Fisica nel lontano ’83 e dopo 30 anni di carriera aziendale a fine anno chiuderò questo capitolo della mia vita. Poichè sono sempre stata attratta dall’ insegnamento, avrei intenzione di insegnare matematica e fisica nei licei scientifici, cercando di infondere un po’ di amore per queste materie che vedo essere sempre più penalizzate (ho un figlio che fa il secondo anno).

Ho appreso da OS che nel prossimo anno ci sarà un concorso a cui possono partecipare anche i possessri della laurea del vecchio ordinamento e sto quindi contando di prendervi parte. Prima domanda: supponendo di
vincerlo, ho bisogno poi anche dell’ abilitazione o potrò insegnare direttamente?

Lalla – sarà l’assunzione a tempo indeterminato a conferirti l’abilitazione, come accaduto per il concorso indetto con DDG n. 82 del 24 settembre 2012.

Gabriella – Ho anche scoperto che è in corso il TFA2, ma le selezioni andavano fatte a giugno e quindi non ho possibilità di parteciparvi. Corretto ?

Lalla – esatto

Gabriella – Mi è stato anche detto che avrei dovuto fare domanda per essere inserita nelle graduatorie di istituto, ma anche i quel caso la domanda andava fatta mesi fa.

Lalla – esatto, la scadenza per il prossimo triennio era il 23 giugno 2014.

Gabriella – Sono stata infine consigliata di presentare comunque la mia candidatura a fare supplenze direttamente presso vari istituti poichè gli insegnanti di matematica e fisica sono pochi e ricercati, ma la scuole mi dicono
che senza l’ abilitazione non possono prendermi in considerazione nemmeno per supplenze.

Lalla – su questo non concordo, in quanto non esiste una specifica normativa sulle domande di messa a disposizione. Qualora il Dirigente Scolastico debba ricorrere alle domande di messa a disposizione (graduatorie esauritei sia nella propria scuola che in quelle viciniori), per evidenti motivi (preferire l’insegnante che ha seguito un corso apposito rispetto a chi è in possesso del solo titolo di studio) si preferisce il docente abilitato. Ma il Dirigente scolastico deve assicurare il servizio agli studenti e quindi in mancanza di insegnanti abilitati non potrà che conferire l’incarico a un non abilitato (d’altronde la III fascia delle graduatorie di istituto è formata esclusivamente da docenti non abilitati!).

Forse a scuola volevano dirti che ritengono improbabili si verifichi la necessità di dover ricorrere a personale non abilitato reclutato tramite messa a disposizione, non che ci siano divieti normativi in tal senso.

Gabriella – è corretto che resti in attesa del concorso 2015 o nel frattempo posso portarmi avanti in qualche altro modo ? Se sì, come ? Non vorrei sprecare tempo per poi scoprire nuovamente che avrei dovuto
fare qualche domanda prima ….

Lalla – come detto, unica alternativa è la domanda di messa a disposizione

Gabriella – nella mia carriera aziendale sono diventata esperta di computer (ne ho anche progettati alcuni) e di informatica, nonchè uso quotidianamente l’ inglese come lingua tecnica sia parlata che scritta. Ho capito che queste 2 conoscenze (inglese ed informatica) sono adesso molto ricercate anche per i profili degli insegnanti. C’è un modo in cui posso valorizzare e farmi riconoscere l’ esperienza maturata finora in azienda ? Ringrazio in anticipo per la cortese attenzione ed i preziosi consigli che vorrà darmi. Cordialli saluti

Lalla – il mio consiglio è quello di far certificare tale competenze

L’elenco degli enti certificatori per le lingue è inserito in questo link , mentre eventuali certificazioni informatiche sono quelle indicate nelle tabella di valutazione per le graduatorie di istituto

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads