Supplenze su sostegno a insegnanti senza competenze specifiche

Mariagiulia – Sono iscritta in III fascia per insegnare Filosofia e storia, non sono abilitata per la mia classe di concorso e di conseguenza non posso accedere alla selezione per il sostegno (me lo confermate?). Ho però conseguito due Master dell’Università di Pisa in Psicopedagogia delle disabilità, l’uno sui disturbi e strategie della relazione, l’altro dell’apprendimento, in seguito ai quali ho maturato anche esperienze sul campo.

Lo sapete già, le cattedre di sostegno, una volta esauriti gli abilitati al sostegno di I e II fascia, vengono assegnate consultando le graduatorie incrociate di tutti gli insegnamenti. Spesso in questo caso chi accetta l’incarico è sicuramente mosso da buone intenzioni ma senza cognizione specifica sulla disabilità.

Io, in III fascia, con un punteggio basso (dato che purtroppo non ho mai fatto una supplenza), ma con una discreta formazione sulla disabilità, non ho la più lontana possibilità di essere chiamata per un incarico di questo tipo. Vivo con grande frustrazione questa situazione.

Quello che mi chiedo e vi chiedo è se e come potrei far riconoscere le mie competenze: i Master da me conseguiti valgono 3 punti ciascuno senza però riconoscermi nessuna competenza in più rispetto ad insegnati abilitati e non nella loro materia specifica, ma non nel sostegno.

Sperando in un vostro riscontro vi saluto cordialmente e vi ringrazio per il lavoro che svolgete

Lalla – Pur concordando con la tu disamina, la normativa viaggia in senso diverso. Accede al corso universitario per il conseguimento della specializzazione su attività di sostegno il personale in possesso dell’abilitazione disciplinare (dm 30 settembre 2011). Pertanto il tuo obiettivo deve essere abilitazione + corso di sostegno.

I corsi riconosciuti con punteggio nelle graduatorie di istituto servono a migliorare le competenze generali, ma non possono essere tramutati in priorità per gli incarichi.

Se i corsi (sia di abilitazione che di sostegno) fossero svolti regolarmente, ogni anno, tali problemi non si porrebbero più e lo Stato sarebbe in grado di assicurare agli alunni insegnanti formati per tale scopo.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads