Personale ATA assunto ai sensi dell’art. 59 CCNL 29/11/2007: in caso di Malattia come calcolare la retribuzione?

SCUOLA – Gent.ma desidererei sapere qual’è la retribuzione spettante al personale ata in servizio, assunto ai sensi dell’art. 59 ccnl 29/11/2007, per profilo superiore (da coll.re scol.co di ruolo ad ass.te tecnico t.d.) con nomina fino all’avente diritto, in caso di assenza per malatti; se spetta il 50% o il 100% visto che trattasi comunque di nomina su posto vacante. Ringrazio anticipatamente e porgo distinti saluti

di Giovanni Calandrino – Gentile Scuola, per quanto riguarda il personale ATA nominato con contratti fino all’avente diritto alcuni USR hanno applicato la decurtazione della retribuzione dopo il primo mese di assenza.

L’USR Sicilia, come già il Veneto, chiarisce che va applicato il comma 3 dell’art. 19 del CCNL 2006/09 sin dalla data di assunzione.

In passato si erano già espressi l’Ufficio Scolastico di Torino e l’USR Veneto, con posizioni opposte.

L’Ufficio Scolastico di Torino aveva precisato con apposita nota che le nomine di supplenza fino all’avente diritto (ex art. 40 L. 449/97) sono supplenze brevi, pertanto le assenze per malattie sono soggette allo stesso regime giuridico.

L’USR Veneto ha invece richiesto il parere dell’avvocatura Distrettuale dello Stato di Venezia la quale ha precisato che “per individuare la disciplina applicabile al contratto stipulato, si deve fare riferimento al tipo di posto coperto”.

Riferimento Normativo: nota prot. n. 2957 del 12 marzo 2013. Con la quale si chiarisce che: “nel caso in cui il contratto stipulato “fino all’avente diritto” si riferisca a posto vacante (31 agosto) o disponibile (30 giugno) e pertanto la liquidazione delle competenze sia a carico degli Uffici del Tesoro, il contratto è equiparabile alla supplenza annuale o fino al termine delle attività didattiche.”

Pertanto si ricorda che a tali supplenti, in caso di assenze per malattia, deve essere corrisposto un trattamento economico per intero nei primi trenta giorni di assenza e ridotto al cinquanta per cento nei successivi sessanta.

La  nota

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads