Non mi iscrivo al TFA e partecipo al concorso con un ricorso. Si può?

Anna – Gent.ma Redazione, riguardo alla sentenza in oggetto, come si deve comportare un candidato che ha appena superato le selezioni per il Tfa II ciclo e deve iscriversi? Vista la sentenza, io laureata con vecchio ordinamento nel 2004 potrei partecipare al concorso con riserva e fare ricorso. Perché dovrei spendere quasi 3.000,00 euro e impegnarmi un anno per conseguire il Tfa? Avrei punteggio o vantaggi maggiori, o mi troverei solo con una spesa inutile alle spalle? Grazie

Lalla – gent.ma Anna, io non sono un legale, per cui la risposta non potrà che essere dettata dal buon senso (e non è quindi detto che sia quella corretta dal punto di vista giuridico).

La mia domanda è: chi ti garantisce che tra qualche anno (perchè i ricorsi non hanno un iter breve, questa sentenza giunge dopo più di 2 anni e molte altre non sono state ancora emanate e rimandate addirittura al 2016) il giudice si esprimerà nella stessa maniera?

Vi è da sottolineare tra l’altro che una delle motivazioni che ha portato a questa sentenza è “la totale assenza di una puntuale organizzazione di tali corsi abilitanti” e ”

è stato negato ai giovani laureati la possibilità di frequentare i prescritti corsi abilitanti per inattività che sono addebitabili alle competenti Amministrazioni”

In questo caso il ricorso ha dimostrato una pecca del Ministero, un suo errore.

Potrà essere dimostrato altrettanto nel prossimo futuro (tu sei stata addirittura ammessa al corso di abilitazione!)?

D’altro canto – dirà chi vede in questo ricorso una speranza – sarà sufficiente questo per mettere l’Amministrazione al sicuro da nuovi procedimenti giudiziari?

Probabilmente no, ma al tuo posto io sceglierei la strada sicura (tra l’altro ciò che si studia e apprende al  corso TFA potrà esserti d’aiuto nella preparazione al concorso, elemento da non sottovalutare).

E ancora, mettiamo che il ricorso vada bene, ma tu non superi le prove del concorso. A quel punto non avresti neanche l’abilitazione (e considerati i venti di riforma de La Buona Scuola, non so quanto sia conveniente lasciar passare il treno dell’abilitazione).

Ripeto, se veramente vuoi intraprendere questa strada “folle” avendo la possibilità di poterti abilitare, non sono la persona migliore per consigliarti.

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads