Non si può lasciare la supplenza fino al termine delle lezioni per altra al 30/6 (Graduatorie di istituto)

Laura  – recentemente ho ricevuto una convocazione con termine al 10 giugno (classe A043). Ho letto il regolamento e ho appurato che potevo lasciare la mia supplenza breve (sostegno da graduatorie incrociate-non sono abilitata per il sostegno) per quella al 10 giugno, che ho considerato, inizialmente, come una supplenza al 30 giugno. Poco dopo, però, qualcuno mi ha fatto presente che una supplenza al 10 giugno e una al 30 giugno non possono essere trattate allo stesso modo: quella al 10 giugno è una temporanea e quella al 30 consente di lasciare una temporanea e anche, ammettendo di avere un giusto numero di ore e di superare l’esame del tfa, di fare richiesta per le 150 ore di diritto allo studio). Mi sono informata, telefonando a vari enti che dovrebbero essere informati, ma ho avuto risposte contraddittorie. Nel dubbio, non ho accettato la supplenza intera (quella al 10 giugno), ma ho dovuto prendere alcune ore a riempimento della mia supplenza temporanea. Ora, in vista di una eventuale convocazione al 30 giugno e di una -speriamo- possibile frequenza al corso tfa, vorrei sapere che cosa posso fare: posso lasciare la supplenza al 10 giugno per una al 30? Vi ringrazio moltissimo.

Paolo Pizzo – Gentilissima Laura,

si presume che il 10 giugno sia il termine delle lezioni come da calendario scolastico della tua Regione.

Si evidenzia come il docente che sia già titolare di supplenza annuale (contratto fino al 31/8) o sino al termine delle attività didattiche (contratto fino al 30/6) con ORARIO COMPLETO ovvero sino al termine delle lezioni ad orario completo NON DEVE ESSERE interpellato per altra supplenza dalle graduatorie di istituto.

Infatti, è solo il docente con rapporto di lavoro (anche ad orario intero) per periodi inferiori a quello del termine delle lezioni ma che interferiscono col periodo di supplenza necessario alla scuola, deve essere interpellato se l’offerta della scuola, effettuata in data anteriore al 30 aprile, riguarda un periodo che va fino al termine delle lezioni o oltre.

Ciò vuol dire che il docente con rapporto di lavoro ad orario non intero di durata fino al termine delle lezioni od oltre deve essere interpellato solo ai fini delle possibilità di completamento di orario sempre che ne ricorrano le condizioni di cumulabilità e i limiti previsti dall’art. 4 del DM 131/07.

Pertanto, se accetterai una supplenza fino al termine delle lezioni (ad orario intero o parziale non importa) non la potrai lasciare per un’altra al 30/6, fermo restando che se la prima è ad orario parziale conservi sempre titolo al completamento orario.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads