Posto vacante prima del 31/12 ed esaurimento delle GAE. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buon giorno, si vuole sottoporre alla vs gentile attenzione questo quesito: Presso la nostra scuola, in data 7/10/2014, si è proceduto alla nomina di un supplente per la sostituzione del titolare assente per malattia per il periodo 07/10/2014-02/11/2014. Successivamente si sono verificati ulteriori periodi di assenza del titolare e, per continuità didattica, sono state fatte ulteriori proroghe di contratto al supplente. In data 4 dicembre, a causa del decesso del titolare, il posto si è reso vacante. Questa scuola ha comunicato all’USP competente affinchè potesse procedere alla nomina del supplente, essendo posto disponibile prima del 31.12.2014. L’USP, avendo esaurito la GAE, ha delegato il Dirigente a nominare dalle Graduatoriedi Istituto. Per quanto sopra esposto il Dirigente è tenuto a scorrere di nuovo le graduatorie per nominare il supplente fino al 30 giugno o deve, per continuità didattica, conferire la nomina al supplente che ha sostituito il titolare fino al 4 dicembre? La scuola, in data 5 dicembre ha conferito al supplente un contratto fino alla nomina dell’avente diritto e, intanto ha convocato scorrendo le graduatorie. Il supplente che ha sostituito precedentemente il titolare ha chiesto di essere confermato fino al 30 giugno poichè, a suo parere e, anche a parere dei sindacati, gli spetta la proroga (per continuità didattica) pur cambiando la natura giuridica dei contratti: da contratto per una supplenza breve (in sostituzione del titolare assente) a contratto temporaneo fino al 30 giugno (su posto vacante resosi disponibile prima del 31.12.2014). Si resta in attesa di un vostro gentile e puntuale chiarimento. Distinti saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

i sindacati interpellati hanno torto.

Di seguito la corretta procedura per assegnare la supplenza.

Ai sensi dell’art 1 commi 1 e 2 del D.M. 131/07  il posto resosi disponibile prima del 31/12 è di competenza dell’UST e la scuola dovrà obbligatoriamente “restituirlo” all’ufficio scolastico territoriale il quale lo dovrà assegnare dalle graduatorie ad esaurimento .

Pertanto avete proceduto correttamente in tal senso.

Sennonché le GAE risultano esaurite e il suddetto ATP ha delegato, ai sensi dell’art. 7 del DM in questione, ad assegnare la supplenza dalle graduatorie d’istituto.

Si precisa però che tale procedura non cambia  la tipologia del posto (che resta quindi disponibile/vacante), né il fatto che ci troviamo prima del 31/12.

Giova a tal proposito ricordare che solo dopo il 31/12, ai sensi dell’art. 7/1 dello stesso Regolamento, hanno valenza di “supplenza temporaneaTUTTE le supplenze, compresi i posti che si rendono disponibili, applicando quindi anche a quest’ultimi gli articoli di proroga e conferma dei contratti (art. 7, commi 4 e 5 ) che si applicano prima del 31/12 a tutte le supplenze “brevi” e “temporanee” (quindi supplenze per malattie ecc.).

Questo perché dopo il 31/12 non esiste più nessuna differenza tra un posto resosi disponibile o una supplenza breve (ed è anche per questo che una supplenza assegnata dopo il 31/12 non può essere assegnata direttamente al 30/6 ma solo fino al termine delle lezioni).

Prima del 31/12 ciò non è invece possibile perché fino a tale data la cattedra vacante o disponibile assume rilievo nella fase provinciale ai fini della disposizione dell’incarico di supplenza annuale o fino al termine delle attività didattiche (31/8-30/6).

In conclusione, una volta decorso il termine del 31/12 di ogni anno, tutte le supplenze sono di competenza esclusivamente del dirigente scolastico e per questo “temporanee”.

Se dunque prima di tale data un supplente è in vigenza di contratto (“supplenza temporanea”) e il posto si dovesse rendere vacante o disponibile entro il 31/12 per decesso, aspettativa per motivi di famiglia, di lavoro, personali e di studio o congedo straordinario ecc., tale posto “ritornerà” di competenza dell’Ufficio Scolastico Territoriale che dovrà assegnare la supplenza utilizzando le graduatorie ad esaurimento.

Esaurite tali graduatorie, la supplenza andrà conferita dal dirigente scolastico attingendo a quelle di istituto.

Per tali motivi al supplente in questione non può essere applicato l’art. 7/4 citato in quanto non si tratta di una supplenza breve o disposta dopo il 31/12.

La scuola dovrà dunque procedere a scorrere le GI partendo dalla I fascia e convocando tutti i supplenti liberi, occupati per supplenza breve, che non sia fino ad almeno il termine delle lezioni, oppure occupati anche fino al 30/6 che conservano quindi titolo al completamento.

Il supplente di cui al quesito, che non vanta alcuna continuità didattica, potrà ottenere tale supplenza solo se scorrendo le GI arrivate a lui.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads