Chi vuole andare in pensione secondo la L. 243/2004 deve presentare domanda attraverso “istanze on line”

Docente – Sono nata il 25 /05/ 1957, e sono docente di ruolo dall’anno scolastico 1984-85; ho a suo tempo proceduto al riscatto dei 4 anni di università. Con il 31 agosto 2015 (prima del limite del 31 dicembre 2015) maturerei i requisiti di età e di anni di contributi richiesti per usufruire dell’opzione donna, ma al momento ne sono esclusa in conseguenza delle disposizioni INPS relative alla decorrenza della pensione, che di fatto limitano l’accesso all’opzione donna a coloro che abbiano maturato i requisiti già alla data del 31 dicembre 2014. So che il ministero del lavoro dovrebbe tornare a pronunciarsi sulla possibilità di rivedere i criteri relativi alla “finestra” di decorrenza della pensione, vista la presenza di richieste parlamentari in tal senso, e su qualche sito si consiglia di presentare comunque domanda all’INPS, che dovrebbe tenerle “in apposita evidenza” fino ad avvenuta decisione del ministero.   La mia domanda è questa: devo attenermi all’indicazione di cui sopra (e presentare FIN DA ADESSO la domanda di pensionamento per il 1 settembre 2016), pena la possibilità di perdere il diritto a beneficiare della eventuale revisione dei termini, o il consiglio che ho letto è riferito ad altre categorie di lavoratrici e io, in quanto insegnante, posso e devo aspettare il termine “naturale” del dicembre 2015 per presentare domanda, posto che le decisioni che attendo siano quelle che spero?  Cordiali saluti e ringraziamenti.

FP – Gentile Docente,

la possibilità di pensionamento a cui lei fa riferimento viene definita  “opzione donna 57+35″ (ossia 57 anni 3 mesi di età e 35 anni di contributi).

Le lavoratrici che accedono al pensionamento in virtù di quanto disposto dall’ articolo 1, comma 9 della legge n. 243/2004, ossia che conseguono il diritto  all’accesso al trattamento pensionistico di anzianità, in presenza di un’ anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e di un’età pari o superiore  a 57 anni optando per la liquidazione del trattamento medesimo secondo le  regole di calcolo del sistema contributivo.
Quanto sopra trova riscontro anche nella nota sui pensionamenti del MIUR prot.  18851 del 11/12/2014:

“Nei confronti di dette lavoratrici il regime delle decorrenze è quello di cui  all’articolo 1, comma 21, del Decreto Legge 13 agosto 2011, n. 138 (c.d.  finestra mobile) e pertanto i requisiti anagrafici e contributivi (57 anni e 3  mesi e 35 anni) devono essere maturati entro e non oltre il 31 dice,bre 2014.”

In sostanza, ad oggi chi possiede i suddetti requisiti entro il 31/12/2014 e  vuole andare in pensione secondo la L. 243/2004, deve presentare domanda  attraverso “istanze on line” entro il 15/1/2015.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads