Vacanze di Natale e conferma della supplenza anche per la docente in maternità. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Salve, abbiamo un docente titolare di ruolo assente fino al 22/12/2014 (formalmente rientra in servizio durante le festività) ;  è sostituito da una supplente che non ha assunto servizio in quanto in astensione obbligatoria e che a sua volta è sostituita da una supplente. Nel momento in cui la docente titolare di ruolo  si assenterà ancora dal 7/01/2014 per altre due settimane,  la continuità didattica riguarderà solo la supplente che fisicamente era in classe o è tutelata anche quella in maternità e le dovrò fare il contratto? Grazie.

Paolo Pizzo  – Gentile scuola,

questo il caso di cui al quesito:

  • docente A titolare assente fino al giorno della sospensione delle lezioni che però rientrerà durante le vacanze e presumibilmente riprenderà l’assenza il 7/1;
  • docente B supplente nominata in sostituzione ma in congedo obbligatorio;
  • docente C supplente nominata in sostituzione che assume regolare servizio.

La conferma del contratto, ai sensi dell’art. 7/5 del DM 131/07, spetta ad entrambi i supplenti (B e C).

Giova infatti ricordare che l’art. 12/2 de CCNL/2007 dispone che “Durante il medesimo periodo di astensione [interdizione per gravi complicanze/congedo di maternità], tale periodo è da considerarsi servizio effettivamente prestato anche per quanto concerne l’eventuale proroga dell’incarico di supplenza.”

Pertanto, il personale collocato in interdizione per gravi complicanze/congedo di maternità/paternità ha sempre diritto, al pari degli altri dipendenti che al termine di un primo contratto si trovino in effettivo servizio, alla proroga o alla conferma della supplenza qualora il titolare che il supplente sostituisce prolunghi il suo periodo di assenza.

Ovviamente ciò è scontato anche per il supplente C che è in effettivo servizio.

Si precisa che la supplente B in congedo di maternità dovrà essere collocata in maternità fuori nomina per il periodo delle vacanze ovvero dal 23/12 al 6/1, poi rientrerà in “servizio” e quindi con indennità di nomina dal 7/1.

Per il supplente C non ci sarà invece nessuna incombenza e assumerà servizio il 7/1 mentre dal 23/12 al 6/1 non avrà alcun contratto.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads