Pensione con decorrenza 1/9/2015 secondo i requisiti della normativa previgente

Nicoletta – Sono nata il 30 agosto 1951 e sono insegnante di scuola superiore. Ho riscattato i 4 anni universitari e lavoro dal 1975, prima come insegnante in una scuola legalmente riconosciuta ( per 7 anni già riscattati), poi come supplente annuale ( per 2 anni ) e dal 1985 come docente di ruolo, vincitrice di concorso. Per andare in quiescenza dal 1 settembre 2015 devo presentare domanda o può darsi che venga pensionata d’ ufficio? Quali sono i limiti temporali per fare domanda? Potrei, inoltre, andare in pensione e chiedere di prestare servizio part time per un anno ancora? Grazie, buona serata.

FP – Gentile Docente,

in merito alla richiesta le segnalo quanto segue.La normativa in merito al pensionamento coatto dispone che questo possa  avvenire per:

a) età anagrafica;
b) anzianità contributiva.

1) Pertanto la cessazione d’ufficio per raggiunti limiti di età (punto a) si  ha quando: (tenuto conto della prossima “uscita” ovvero 1/9/2015)

– entro il 31/8/2015 si compie 65 anni e contemporaneamente in possesso, al  31/12/2011, dei requisiti vigenti prima della riforma Fornero.

Di seguito si indicano, per completezza di informazione, i requisiti “pre- Fornero”:

– quota 96 (60/36 o 61/35);
– 40 anni di contributi;
– pensione di vecchiaia con 65 anni di età per gli uomini e 61 anni di età per  le donne con un minimo di 20 anni di contribuzione o 15 di contributi se in  servizio prima del 31/12/1992;

2) entro il 31/8/2015 si compie 66 anni e 3 mesi e non si è in possesso dei  requisiti di cui al punto1;

3) sono stati già destinatari di trattenimento in servizio concesso fino al  31/8/2015. Preciso che questa casistica non dovrebbe essere più valida in   seguito al DL 90/2014, ovvero non dovrebbero sussistere proroghe che siano  andate oltre il 31/8/2014.

Pertanto, non compiendo 65 anni entro il 31/8/2015, anche se in possesso dei  requisiti “pre-Fornero” ovvero quota 96 al 31/12/2011 (considerata la sua  anzianità contributiva indicata), non rientra nella casistica di pensionamento  d’ufficio con decorrenza 1/9/2015.

A conferma di quanto indicato, le evidenzio una parte della nota MIUR n.  18851 del 11/12/2014:
“Ne consegue che il personale che alla data del 31 dicembre 2011 ha maturato  i requisiti per l’accesso al pensionamento vigenti prima del decreto legge 6  dicembre 2011, n. 201 (sia per età, sia per anzianità contributiva di 40 anni  indipendentemente dall’età, sia per somma dei requisiti di età e anzianità  contributiva – cd “quota”), e compie 65 anni di età entro il 31 agosto 2015  dovrà essere collocato a riposo d’ufficio”

Pertanto se vuole andare in pensione con decorrenza 1/9/2015 secondo i  requisiti della normativa previgente, posseduti al 31 dicembre 2011, deve  presentare domanda attraverso Istante On Line del MIUR entro il 15 gennaio 2015  e un’ istanza telematica all’INPS gestione ex INDPDAP.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads