III fascia delle graduatorie di istituto: vale la pena continuare a studiare?

Giorgia – sono una docente appartenente alla 3 fascia d’istituto. nel mese di novembre, mi sono iscritta ad un corso post- universitario , riconosciuto dal miur, naturalmente ho gia’ pagato la prima rata al momento dell’iscrizione; alla luce della nuova normativa, mi chiedo e vi chiedo che senso ha continuare questa formazione o comunque la formazione in generale, dovendo affrontare sacrifici sia economici che d’impegno? sembra che non serve a nulla. chiedo scusa per lo sfogo, ma mi interessa moltissimo conoscere il vostro pensiero, o comunque ricevere qulche indicazione di massima. grazie, buon lavoro, e auguri.

Lalla – gent.ma Giorgia, qual è la nuova normativa alla quale fai riferimento?

La domanda dell’anno 2014 è: la III fascia sparirà? ossia, non sarà più possibile svolgere supplenze dalla III fascia delle graduatorie di istituto.

La domanda sorge da quanto scritto nel documento La Buona Scuola (attendiamo i decreti)

Graduatorie di istituto: sarà abolita terza fascia. Rimane una sola fascia per abilitati.

Ma tu saresti voluta rimanere per sempre in III fascia delle graduatorie di istituto? Il programma del Governo è quello di creare un circolo virtuoso tra abilitazioni (regolari, ogni anno) e concorsi per l’immissione in ruolo, in modo da diminuire al massimo il precariato.

D’altronde, quando ti sei iscritta nella III fascia delle graduatorie di istituto, il Miur non ti ha assicurato nè la supplenza, nè il ruolo. L’iscrizione in III fascia era comunque solo il primo passo di un percorso comunque complesso anche se non fosse intervenuto il piano straordinario di immisisoni in ruolo.

La situazione inoltre non può essere considerata in senso generale (tutta la III fascia non lavorerà), ci saranno circostanze diverse legate alla classe di concorso, alla provincia, a contingenze che non è possibile determinare a priori.

La formazione? io direi di crederci anche nei momenti difficili, se hai intenzione di proseguire il percorso puntando (e quindi studiando già da adesso) all’abilitazione.

Mi piacerebbe poi chiederti se hai delle alternative professionali. Se la risposta è sì, magari potrai valutare con occhio diverso il percorso che porterà all’assunzione a tempo indeterminato nell’ambito scolastico, se la risposta allo stato attuale è no, forse sarebbe il caso di capitalizzare quello che c’è al momento. (mia opinione assolutamente personale).

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads