Opzione donna 57 + 35, ovvero 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di anzianità contributiva

Cesarina– Sono un’insegnante di scuola dell’infanzia. Ho compiuto 61 anni a ottobre e ho maturato 40 anni e otto mesi ad agosto 2015. Potrei andare in pensione? A quali condizioni e con quale percentuale di penalizzazione? A regime normale quando posso andare in pensione? Grazie.

FP – Gentile Docente,

in merito alla sua richiesta di chiarimento le preciso che nel 2015 il  requisito per la pensione anticipata per le donne è di 41 anni e 6 mesi di   anzianità contributiva.

Le segnalo parte della nota MIUR prot. 18851 del 11/12/2014:
“La pensione anticipata, rispetto a quella di vecchiaia, potrà conseguirsi, a  domanda, solo al compimento di 41 anni e 6 mesi di anzianità contributiva, per  le donne, e 42 anni e 6 mesi per gli uomini da possedersi entro il 31 dicembre  2015, senza operare alcun arrotondamento”.

Pertanto considerata la sua anzianità di servizio al 31/8/2015 di 40 anni e 8
mesi (al 31/12/2015 di 41 anni), non può andare in pensione con decorrenza
1/9/2015.

Per completessa di informazione, di seguito le indico i requisiti previsti per  la pensione anticipata per le donne, per il prossimo triennio
– dal 2016 al 2018 41 anni e 10 mesi.

Per effetto dei suddetti requisiti maura il diritto alla pensione anticipata  nel 2016.

Per opportuna conoscenza, le segnalo, tra l’altro, un’altra possibilità di  pensionamento riservata alle solo donne:  la cosiddetta opzione 57 + 35, ovvero 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di  anzianità contributiva.

Possibilità che le permetterebbe di andare in pensione già dal 1/9/2015.

Ci tengo a precisare che la misura della sua pensione, in quest’ultimo caso
(opzione donna), sarà determinata esclusivamente con le regole del sistema
contributivo, oggettivamente più penalizzante degli altri sistemi di calcolo.

 

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads