Si continua a non menzionare che anche con i requisiti introdotti dalla Fornero, per accedere alla pensione di vecchiaia 66 anni e 3 mesi, vale lo stesso la regola dei 15 anni con un contributo prima del 1992

Dirigente Scolastico – Tra i requisiti di pensionamento c’è quello dei cosiddetti “quindicenni”.Si chiede se i quindici anni di contributi devono essere maturati entro il 31/12/1992 o basta un semplice periodo di contribuzione entro il 31/12/1992 con 15 anni entro il 31/12/2011. Attenzione la circolare MIUR potrebbe ingenerare errore poichè tutti gli altri siti ed esperti parlano di 15 anni entro il 31/12/1992 mentre orizzontescuola parla di un qualsiasi periodo entro il 31/12/1992 e quindici anni entro il 31/12/2011.In effetti la ratio della deroga per i circa 65000 interessati era quello che dopo quel periodo, fino cioè al 31/12/1992, avevano lavorato e poi non avevano avuto altri contributi. In attesa saluto cordialmente e auguro buon anno.

FP – Gentile Dirigente Scolastico,

in merito all’anzianità minima contributiva, i cosiddetti “quindicenni” è opportuno chiarire che la L. 214/2011 non ha mai abrogato le precedenti deroghe del 1992 in materia di “servizio minimo”.

In principio l’Inps si era pronunciata negativamente affermando che occorrevano 20 anni per tutti.

Successivamente ha smentito se stessa e ha chiarito la questione con la circolare n. 16 del 1/2/2013 che al punto 2, lettera d) recita:

“Tutto ciò premesso, in esito ad approfondimenti effettuati al riguardo di concerto con i Ministeri vigilanti, si è pervenuti alla considerazione che le disposizioni di cui all’articolo 2, comma 3, del d.lgs. 503 del 1992 operano anche a seguito dell’entrata in vigore della legge n 214 del 2011, in quanto dette norme non risultano espressamente abrogate dall’articolo 24 più volte citato.”

A conferma di quanto appena sostenuto, condivido con lei quanto indicato da un nostro attento lettore:

“si continua a non menzionare che anche con i requisiti introdotti dalla Fornero, per accedere alla  pensione  di vecchiaia 66 anni e 3 mesi,  vale lo stesso la regola dei 15 anni con un contributo prima del 1992. Sono della provincia di Chieti e  negli ultimi tre anni sono state sei le persone mandate da me  in pensione con questi requisiti (età o  contribuzione maturata dopo il 2011) senza nessun problema da parte dell’ex INPDAP e dell’Ufficio Scolastico”.

 

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads