Selezioni TFA II ciclo. Prove “facilitate” in alcuni Atenei?

Francesco – Vorrei sapere se l’università può adottare il metodo di valutazione nel link seguente per l’orale del TFA francese 2014. Praticamente non esiste un programma. Può L’Orientale adottare questo parametro di valutazione?.Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità in attesa di una vostra rispostaSaluti.

Lalla – gent.mo Francesco, a rigore di normativa non spetta all’Università decidere il programma su cui verte la prova orale per la selezione al TFA II ciclo a.a. 2014/15, in quanto i contenuti delle prove sono stati esplicitati nel dm n. 312 del 16 maggio 2014

"Le prove di accesso vertono sui programmi disciplinari per le relative classi di concorso di cui al decreto del Miur 21 settembe 2012 n. 80, ovvero, per le classi di concorso ivi non contemplate, sui programmi disciplinari di cui al dm 11 agosto 1998 n. 357. I predetti programmi sono integrati dai contenuti disciplinari, oggetto di insegnamento per le relative classi di concorso, con riferimento ai provvedimenti attuati del riordino del primo e secondo ciclo di istruzione".

Prevengo il tuo commento: il programma per l’ambito 5 è quanto di più sibillino, aleatorio, dispersivo possa esserci (lo abbiamo sperimentato durante l’espletamento del concorso 2012). Tanto sarebbe valso scrivere: possiamo chiedervi qualsiasi argomento.

Nella pratica, alcuni Atenei "mitigano" tale aleatorietà restringendo il campo ad alcuni argomenti, nonchè al commento ragionato della prova scritta.

E’ corretto? Sì, l’Università è autonoma nella gestione delle selezioni, solo che questo alimenta la sensazione della disparità, del particolarismo, del "più facile" contro l’impossibile.

E’ quanto emerge da alcune lettere inviate in redazione ( Vorrei diventare un’insegnante. TFA A 061 a Milano: un parere sulle prove orali. Lettera TFA II ciclo A043 A050 Venezia: 116 posti, solo in 30 superano le prove. Lettera ) e di cui si è interessata anche la stampa nazionale “C’è da farsi venire il sangue amaro se si vuole diventare prof in Italia”

In ogni caso decidere ciò che è corretto in una prova orale non è semplicissimo, dato che anche sugli stessi argomenti le sottigliezze potrebbero essere così tante da renderlo difficile.

 

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads