Per il pensionamento secondo le cosiddetta “quota 96” bisogna soddisfare il requisito entro il 31/12/2011

Sono un’assistente amm.va a T.I. nata il 31.1.1952 che alla data del 31.8.2015 maturerà un’anzianità contributiva di anni 38 e mesi 7. Inoltre ho raggiunto la quota 96 (60 + 36) al 31.12.2012 quando potrò andare in pensione? Ma la quota 96 non era al 31.12.2011 errore famoso della Fornero?

FP – Gentile Assistente Amm.va,

in riferimento alla sua richiesta si chiarisce quanto segue:  la Legge n. 214 del 22/12/2011 – Legge “Fornero”, ha abolito i requisiti (con  decorrenza 2012) per accedere alla Pensione di Azianità (40 anni di contributi  o quote), ed ha introdotto la Pensione Anticipata (tenendo conto dei  contributi) ed ha rivisto i requisiti per la Pensione di Vecchiaia (tenendo  conto dell’età).

Di seguito si indicano i requisiti previsti per la pensione di vecchiaia che  quelli per il pensionamento anticipato: requisiti per la pensione di vecchiaia
– dal 01/01/2013 al 31/12/2015 66 anni e 3 mesi
– dal 01/01/2016 al 31/12/2018 66 anni e 7 mesi
requisiti per la pensione anticipata per le donne:
– dal 01/01/2014 al 31/12/2015 41 anni e 6 mesi
– dal 01/01/2016 al 31/12/2018 41 anni e 10 mesi

Per effetto dei suddetti requisiti e considerando sia la sua età anagrafica  che la sua anzianità contributiva al  31/08/2015, matura il diritto alla:
a) pensione anticipata nel 2018, raggiungendo un’anzianità di servizio pari a
41 anni e 11 mesi al 31/12/2018;
b) pensione di vecchiaia nel 2018 all’età di 66 anni e 11 mesi al 31/12/2018.

Per il pensionamento secondo le cosiddetta “quota 96”, bisogna soddisfare il  requisito entro il 31/12/2011.

 

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads