Congedo parentale e assenza agli scrutini

Veronica – sono un insegnante di ruolo e ho richiesto un giorno di congedo parentale (astensione facoltativa). In quella data è stata fissata la data dello scrutinio. L’ho fatto presente alla Dirigenza e mi è stato risposto che, essendo in congedo, posso astenermi dalla presenza a scuola al mattino, ma il pomeriggio devo comunque recarmi a scuola perché lo scrutinio è un atto dovuto. E’ corretta questa interpretazione della Dirigenza?

Paolo Pizzo – Gentilissima Veronica,

non è assolutamente corretta.

Il congedo da te richiesto riguarda l’intera giornata e non è a ore.

Pertanto quando nel modulo di richiesta tu hai segnato congedo parentale con il “giorno”, l’assenza si intende per tutta la giornata non solo quella lavorativa (intesa come numero di ore lavorate).

Il fatto che la partecipazione allo scrutinio sia un atto dovuto vuol dire che non rientra nelle ore funzionali all’insegnamento ma è già compreso nella funzione docente. Ma se un docente è assente per congedi, malattia ecc ovviamente è giustificato.

Pertanto la tua assenza è per l’intera giornata e la scuola deve disporre la tua sostituzione.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità, Didattica
Versione stampabile
ads ads