E’ possibile interrompere un’aspettativa per subentrata gravidanza a rischio?

Orazio – Vorrei porre un quesito, mia moglie, docente di ruolo, è attualmente in aspettativa non retribuita per motivi familiari. È possibile interrompere la stessa per una gravidanza a rischio  in corso?in base a quale normativa?

Paolo Pizzo – Gentilissimo Orazio,

l’ARAN ha avuto modo di chiarire che l’art 18 del CCNL 29-11-2007, contratto vigente per il comparto scuola, nel trattare dell’aspettativa di famiglia non ha alcuna previsione né alcun divieto sulla possibilità di interruzione per alcun motivo di detto istituto.

Detta interruzione si deve però ritenere possibile, se per causa di malattia per l’ipotesi di gravi patologie che determinano lunghi periodi di assenza, atteso che tale situazione genera impossibilità di assolvere a doveri lavorativi e a svolgere prestazioni specifiche non giustificabile con l’aspettativa per motivi di famiglia.

Questo Orientamento applicativo che riguarda nello specifico l’aspettativa per motivi di famiglia deve ritenersi valido anche per tutte le altre aspettative di cui fruisce il dipendente, ovvero ci devono essere dei motivi talmente gravi da non permettere al dipendente a svolgere quelle “prestazioni” per cui ha richiesto l’aspettativa.

Nel caso di tua moglie, quindi, sicuramente il periodo di congedo deve interrompersi per l’interdizione di gravidanza o il congedo di maternità.

Questo perché mentre l’aspettativa per motivi di famiglia è stata richiesta da tua moglie,  con la formulazione di un motivo a supporto della richiesta e con l’indicazione di un periodo ben preciso, ora è subentrata una situazione obbligata di astensione dal lavoro quale è la maternità ovvero condizione tutelata da una speciale normativa.

Pertanto dovrà farlo presente a scuola la quale dovrà cambiare la sua posizione giuridica.

 

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads