Graduatorie III fascia ATA: Attestato di qualifica professionale (art. 14 della legge n. 845/1978)

Gent.mi,volevo chiedervi un consulto in merito alle graduatorie provvisorie ATA 3° fascia. Ho acquisito un attestato di qualifica professionale ai sensi dell’art.14 della Legge 845/78 "Esperta in telelavoro" – Livello di qualificazione post – diploma – Profilo professionale di riferimento: “L’esperta di telelavoro è in grado di assolvere a compiti e funzioni all’interno della P.A. avendo acquisito nuove competenze partendo da nozioni di base sulla imprenditoria femminile, affrontando aspetti specialistici quali il funzionamento e le applicazioni delle attività di telelavoro, in particolare in campo amministrativo, contabile e dei call center , oltre che alle nozioni di base della cooperazione sociale, l’analisi di mercato la progettazione e gli elementi legislativi in materia di pari opportunità"
La Scuola non mi riconosce il punteggio relativo a questo corso, il motivo potrebbe essere dovuto al fatto che già è stata valutata la Laurea? Vi ringrazio per il servizio che offrite , Cordiali saluti

di Giovanni Calandrino – Gentilissima, ai fini della valutazione, l’attestato deve essere integrato dal piano di studio, in tal senso sono valutabili quegli attestati dove sul piano di studi si fa diretto riferimento alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione mediante strumenti di videoscrittura o informatici.

Il piano di studi, quindi oltre a essere obbligatorio, è fondamentale per stabilire la corretta valutazione o meno dell’attestato.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads