Graduatorie III fascia ATA: il servizio presso l’Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza non può essere valutato

Sandro – Sono finalmente uscite le Graduatorie Provvisorie di Terza Fascia del Personale ATA per la Provincia di Roma, ovvero quella in cui sono incluso, e ho notato che rispetto al punteggio da me dichiarato nella domanda presentata c’è un punto e qualcosa in meno…

Ho rifatto i calcoli e praticamente non mi viene riconosciuto il lavoro svolto in qualità di ASA (Ausiliario Socio Assistenziale) tra il 1999 ed il 2001 presso un’IPAB (Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza) di Como, ovvero l’allora "Ca’ d’Industria ed Uniti Luoghi Pii", che adesso, dopo la trasformazione imposta dalla Legge Regionale 13 febbraio 2003 n. 1 della Regione Lombardia, da IPAB è diventata una fondazione privata senza scopo di lucro, ovvero la "Fondazione Ca’ d’Industria – Onlus".
Considerando che tale riforma delle IPAB è stata introdotta dopo il 2001, e che all’epoca in cui io ho lavorato come ASA l’istituto era ancora Pubblico, il Servizio non deve essere considerato come svolto in una PA?
Ovvero, ci sono i presupposti per presentare Reclamo avverso il punteggio assegnato?
Vi ringrazio anticipatamente e resto in attesa di una vostra cortese risposta!
Crodiali saluti.

di Giovanni Calandrino – Gentile Sandro, il servizio prestato presso l’Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza (organismo di diritto pubblico) non è valutabile poiché il servizio in questione non è reso alle dirette dipendenze di un’Amministrazione Statale.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads