Per i permessi 104/92 bisogna che sia accertata la connotazione di gravità

Chira – sono una docente di scuola primaria e vorrei sapere quali sono i miei diritti in quanto ho una invalidità al 67% e ed handicap COMMA 1 Art. 3. Il sindacato mi ha detto che ho diritto ai tre giorni al mese. Gentilmente potete darmi delucidazioni a riguardo? Vi ringrazio anticipatamente.

Paolo Pizzo  – Gentilissima Chira,

il sindacato a cui ti sei rivolta è poco informato.

L’art. 33/6 della legge 104/92 dispone che la persona handicappata maggiorenne in situazione di gravità può usufruire alternativamente dei permessi di cui ai commi 2 e 3, ha diritto a scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio e non può essere trasferita in altra sede, senza il suo consenso.

Il comma 2 e 3 fanno riferimento ai 3 gg al mese o, in alternativa, a 2 ore di permesso giornaliero.

“Persona handicappata maggiorenne IN SITUAZIONE DI GRAVITA’’”.

Il comma 1 dell’art. 3 non dà la connotazione di gravità.

Questa infatti la differenza:

Comma 1: É persona handicappata colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che é causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.

Comma 3: Qualora la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione, la situazione assume CONNOTAZIONE DI GRAVITÀ. le situazioni riconosciute di gravità determinano priorità nei programmi e negli interventi dei servizi pubblici.

In conclusione solo il personale disabile con connotazione di gravità (art. 3 comma 3) può fruire delle agevolazioni dell’art. 33/6 ovvero dei 3 gg al mese (o due ore di permesso).

Per la tua situazione è però prevista la precedenza nelle operazioni di mobilità (trasferimento provinciale e interprovinciale) e l’esclusione dalla graduatorie interne di istituto in quanto rientri nell’art. 21 della legge 104/92 ovvero hai il riconoscimento di una disabilità (questa volta non per forza con connotazione di gravità) e una invalidità superore ai 2/3.

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads